Benevento: Il 12 convegno sulla nascita della questione meridionale

13:59:52 3640 stampa questo articolo

Sabato 12 gennaio, alle 17:30, presso la Biblioteca Provinciale di Benevento, si terrà l’incontro - dibattito “La nascita della Questione Meridionale, come l’Italia divenne Stato, perdendo il suo essere Nazione”. L’incontro vedrà la partecipazione del Presidente dell’Associazione “Ideale Popolare”, Gianluca Vevoto e di Massimo Viglione, ricercatore dell'Istituto di Storia dell'Europa mediterranea del Consiglio Nazionale delle Ricerche, docente di Storia Moderna e Storia Contemporanea presso l'Università Europea di Roma ed autore di diversi saggi sulla questione delle insorgenze italiane e sul Risorgimento. “La Questione Meridionale – ha aggiunto Vevoto - che è sempre stata presentata come risultato di una sorta di arretratezza endogena del Sud sotto ogni punto di vista, sociale, economico, politico/istituzionale, oltre che usando un termine di lombrosiana memoria anche antropologico, in realtà è frutto di una gestione post-unitaria mirata non ad una sintesi, ma ad una imposizione forzata di un modello di Stato. Questo modo di operare, anche se ha permesso, in tempi veloci, la creazione di uno Stato Moderno, ha portato anche alla creazione di profonde fratture sociali, aggravate dalla successiva guerra civile combattuta all’indomani dell’Unità e che va sotto il nome di “Brigantaggio”. Il Brigantaggio Post-Unitario che nella prima fase si è palesato con la ferocia propria di una guerra civile, ha portato, poi, ad eccidi, distruzioni economiche, sradicamento di intere popolazioni attraverso il fenomeno dell’emigrazione di massa, facendo del Sud un territorio marginale e periferico, trattato poco più di una colonia. Riscoprire e studiare questa parte della nostra Storia nazionale, significa capire anche la nascita della “Questione Meridionale”, che non ha origini da presunte superiorità o inferiorità antropologiche, ma solo da fenomeni sociali, economici e politici in larga parte relativi a quel periodo storico che ha determinato la spaccatura del nostro Paese. Un Paese che non è andato oltre la creazione di un involucro di Stato, privandolo del suo senso di appartenenza e di comunità: in poche parole della sua anima viva, cioè proprio di quel suo essere Nazione”. A conclusione del convegno, si aprirà un pubblico dibattito sulla questione, con gli interventi dei cittadini.



Articolo di / Commenti