Benevento. L'acqua del Calore si colora di rosso: sequestrato dai Carabinieri Forestali lo scarico abusivo di un mattatoio

10:5:14 3153 stampa questo articolo
Benevento. Scarico abusivo di un mattatoio sequestrato dai carabinieri forestaliBenevento. Scarico abusivo di un mattatoio sequestrato dai carabinieri forestali

Le acque del fiume Calore inondate di rosso, dovuto ai reflui di un mattatoio che scaricava abusivamente in fogna. Il reato ambientale è stato scoperto dai Carabinieri Forestali che hanno denunciato il responsabile.

A seguito di segnalazioni relative a forti miasmi provenienti dalle acque del fiume Calore, improvvisamente diventate di colore rosso, lo scorso 4 febbraio i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Benevento, supportati dai tecnici dell’ARPAC, sono prontamente intervenuti all’interno del mattatoio sito in località San Marco del capoluogo sannita.

L’attività di polizia giudiziaria ha fatto emergere che la ditta di macellazione carni che vi opera, aveva abusivamente collocato una tubazione in pvc, che dalla vasca di stoccaggio veicolava i reflui derivanti dalla lavorazione degli animali direttamente alla rete fognaria comunale, facendo quindi confluire i reflui nel fiume Calore.

Il titolare della ditta, privo delle prescritte autorizzazioni amministrative, è stato deferito alla Magistratura per scarico di acque reflue industriali senza autorizzazione. I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Benevento hanno quindi provveduto a sequestrare la tubazione abusiva, impedendo il protrarsi dell’azione criminosa e l’aggravamento del danno ambientale. 



Articolo di Cronaca / Commenti