'Bollino Verde' non decolla a Benevento: Proroga fino al 30 giugno per evitare sanzioni

11:28:45 5225 stampa questo articolo

NOSTRO SERVIZIO - Proroga del termine di scadenza per la autocertificazione degli impianti termici della città di Benevento ai sensi di quanto disposto dal decreto legislativo 192/2005, il codice dell'energia comunemente denominato ‘bollino verde’.
La Giunta Comunale infatti, nella seduta del 17 dicembre, ha approvato una apposita delibera GC, (numero 204 del 17-12-2012), con la quale è stato prorogato
il termine di scadenza di cui è parola, precedentemente fissato al 31 dicembre 2012;
La nuova scadenza è stata stabilita al 30 giugno 2013.
Un adempimento legge che, nonostante l'urgenza e la comunicazione diffusa dagli uffici comunali, non ha avuto vita facile a decollare tanto da richiedere un'ulteriore proroga. Un preciso obbligo legislativo dicevamo, che si pone, tra gli obiettivi principali, di migliorare l’efficienza energetica attraverso il contenimento dei consumi, incrementare la qualità ambientale mediante la riduzione dell’emissione di gas serra nell’atmosfera e tutelare la salute pubblica grazie ad una maggiore sicurezza degli impianti. Un atto necessario per il capoluogo sannita non ancora recepito però dalla cittadinanza. Per effettuare l’autocertificazione si deve contattare il proprio manutentore di fiducia che provvederà alla manutenzione dell’impianto termico ed alla redazione e trasmissione al Comune del modulo di autocertificazione, così come previsto dalla legge. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il servizio impianti termici del Comune di Benevento, oppure, presso lo sportello informativo appositamente attivato e situato presso la sede comunale di via del Pomerio (piazzale Iannelli) accanto agli uffici URP, nei giorni dal lunedì al venerdì, con orario al pubblico dalle 10 alle 12. A disposizione della cittadinanza anche il servizio informazioni (08241810938) ed una mail impiantitermici@comunebn.it.
Un servizio obbligatorio previsto dalla legge: previste multe per i tragressori.



Articolo di / Commenti