Calvi: Operazione ‘Stupor mundi’, sequestrati beni degli arrestati per oltre 5 milioni di euro

18:3:32 6386 stampa questo articolo

I Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Benevento, su disposizione della locale Procura della Repubblica e dell’Ufficio GIP del Tribunale Ordinario, nella mattinata, hanno eseguito una serie di sequestri conservativi dei beni nei confronti delle persone arrestate a seguito dell’operazione denominata “Stupor Mundi” portata a termine, dopo una lunga e complessa attività investigativa, dai Carabinieri della Stazione di San Giorgio del Sannio nell’anno 2011 e che si concluse con l’arresto dell’ex sindaco e di due funzionari del Comune di Calvi a cui furono contestati reati quali l’associazione per delinquere finalizzata ad eseguire concussioni, abusi d’ufficio e turbative di gare di appalti pubblici, nonché occultamento e distruzione di atti pubblici, truffa ai danni dello Stato ed trattamento illecito di dati ed interferenze illecite nella vita privata, causando un danno erariale ammontante, nel complesso, a diverse centinaia di migliaia di Euro. Il provvedimento eseguito questa mattina dai Carabinieri nei Comuni di Benevento, Calvi, Montesarchio, Cautano e Foglianise con il supporto dei militari delle Stazioni territorialmente competenti, è stato disposto dall’Autorità Giudiziaria in considerazione del pericolo che siano dispersi i beni necessari per il pagamento delle pene pecuniarie e di qualsiasi altra somma dovuta allo Stato nonché per il pagamento delle obbligazioni civili derivanti dai reati contestati. Infatti i Carabinieri hanno notificato e sottoposto a sequestro le autovetture, i fabbricati ed i terreni dei tre pubblici amministratori, nonché i conti correnti bancari e postali di proprietà dell’ex sindaco del Comune sannita accesi rispettivamente presso l’agenzia della Banca della Campania di Benevento e l’Ufficio Postale di Calvi. Il valore complessivo dei beni sequestrati ammonta ad oltre 5 milioni di euro.



Articolo di / Commenti