Capezzone chiede di sapere se Zamparini ha rispettato gli obblighi e lumi su 'BeneComune'

20:30:14 1082 stampa questo articolo

Il consigliere comunale di Benevento, nonché vice coordinatore provinciale del partito, Roberto Capezzone, ha inviato agli assessori all’Urbanistica e al Patrimonio, nonché al sindaco di Benevento due interrogazioni: la prima, sul pagamento degli oneri per l’apertura dell’ipermercato ‘I Sanniti’ da parte dell’impresa di Maurizio Zamparini, la seconda sul bollettino informativo di Palazzo Mosti, intitolato ‘Bene Comune‘.

Nella prima si legge: “Con succesivi e distinti accordi sostitutivi la Ditta Zamparini Maurizio si obbligava alla realizzazione di opere infrastrutturali e di urbanizzazione nonché alla cessione di suoli in favore del Comune di Benevento; ad oggi non è dato sapere quali adempimenti sono stati effettuati; si chiede per ciò di sapere: quali sono le opere sino a oggi realizzate dalla Ditta Zamparini Maurizio in adempimento delle obbligazioni assunte con i citati accordi sostitutivi; a quanto ammontano gli oneri di urbanizzazione dovuti dalla citata ditta al Comune di Benevento per la realizzazione del Centro Commerciale ‘i Sanniti‘; tanto anche al fine della valutazione circa la sussistenza di eventuali danni patrimoniali e non patrimoniali per il Comune di Benevento“.

Nella seconda interrogazione, Capezzone chiede al sindaco di Benevento: “Premesso che il Comune di Benevento diffonde oramai da mesi un bollettino informativo denominato ‘Bene Comune’, giunto all’ottava edizione di testata; detto bollettino diffonde in prevalenza notizie attinenti l’attività del Comune di Benevento; dall’esame della testata, la stessa risulta sfornita di qualsivoglia autorizzazione del Tribunale, si chiede di sapere: con quali risorse economiche viene realizzato detto bollettino informativo e se la stampa e la diffusione dello stesso risulta autorizzata dal Tribunale nel rispetto della normativa vigente”.



Articolo di / Commenti