Cautano: presentata la lista di Orlacchio 'Trasparenza e Partecipazione'

15:6:46 3112 stampa questo articolo

E’ stata presentata l’8 maggio, la lista ‘Trasparenza e Partecipazione’ per l’elezione del sindaco e del Consiglio Comunale di Cautano. La lista, collegata al candidato sindaco Antonio Orlacchio, si compone dei seguenti candidati consiglieri: Luigi Caruso, Carlo Coppolaro, Maria Grazia Martini, Pellegrino Meoli, Rosario Meoli, Domenico Orlacchio, Fulvio Procaccini, Giovanni Procaccini, Maria Grazia Rapuano, Pellegrino Rapuano, Angela Vetrone e Paolo Vetrone. “Le idee che guideranno il nostro operato - ha dichiarato il candidato sindaco Orlacchio - sono sintetizzabili nei concetti di Trasparenza, Partecipazione e Sviluppo... per un rinnovato rapporto tra cittadino e Comune incentrato sulla trasparenza della gestione e sulla partecipazione di ogni singolo consociato alle scelte che il consiglio comunale sarà chiamato a compiere... L’obiettivo della rivitalizzazione e dello sviluppo della comunità locale passa attraverso i settori dell’agricoltura, dell’artigianato, del turismo e del commercio... Le produzioni agricole ed artigianali di elevata qualità, tipiche della nostra terra, se inserite in circuiti di commercializzazione di prodotti di pregio, potranno costituire volano di sviluppo per la nostra comunità. Compito dell’amministrazione comunale è, a mio avviso, quello di creare le condizioni e rimuovere gli ostacoli affinché le attività produttive possano affermarsi ed avere la forza di trovare sbocco in mercati sempre nuovi ed appetibili... Fondamentale sarà, inoltre, la collaborazione con gli altri enti ricadenti sui territori limitrofi al fine di acquisire, insieme, un ruolo centrale all’interno dell’assetto amministrativo della provincia di Benevento. L’idea guida, nel nostro programma di attività, prevede la costituzione di una società totalmente partecipata dal Comune nella quale far confluire le risorse attualmente destinate all’erogazione dei servizi... Alla costituenda società saranno affidate le attività di manutenzione e gestione del patrimonio comunale (strade, illuminazione, verde pubblico) e degli impianti sportivi... La cooperazione tra il pubblico ed il privato e l’instaurazione di sinergie per il raggiungimento di obiettivi comuni costituirà, a nostro avviso, momento di arricchimento e crescita collettiva e favorirà lo sviluppo economico con conseguente miglioramento della vivibilità della nostra terra”.



Articolo di / Commenti