Codice rosso e violenza di genere: rinnovato il protocollo d'intesa per lo Spazio ascolto presso la Procura di Benevento

12:6:23 700 stampa questo articolo

Presso gli uffici della Procura della Repubblica di Benevento è stato sottoscritto oggi il nuovo "Protocollo di intesa per la realizzazione di un sistema integrato di protezione delle vittime di reato, in condizione di particolare vulnerabilità e di violenza di genere".

L'iniziativa, anche in vista della entrata in vigore della nuova normativa in tema di tutela delle vittime vulnerabili e di violenza di genere, più nota come la legge del codice rosso, vede protagonisti la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Benevento, la Cooperativa EVA ed il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Benevento.  Le stesse parti hanno già stipulato in data 5 dicembre 2017 analogo protocollo venuto a scadenza la cui applicazione è valutata molto positivamente.

In applicazione di esso, infatti, è stato avviato ed è attualmente funzionante, presso la Procura della Repubblica, dal 15 marzo 2018, il previsto Spazio Ascolto ed Accoglienza, che ha svolto un'attività unanimemente apprezzata ed è divenuto punto di riferimento del territorio di Benevento e Avellino sulle specifiche tematiche; è stato istituito, dal dicembre 2018, il previsto Tavolo Interistituzionale che, con la regia dello Spazio ascolto, ha visto la partecipazione di 17 enti ed ha già elaborato un protocollo operativo di tutti gli enti partecipanti e sta avviando l'elaborazione di Linee guida comuni. Sempre in applicazione degli impegni già assunti con tale Protocollo la Procura della Repubblica ha stipulato in data 1/07/2019 una convenzione con l'A.N.P.S.-0.D.V. che ha per oggetto, tra l'altro, l'accompagnamento delle vittime vulnerabili in occasione degli impegni dibattimentali. Con la sottoscrizione del nuovo Protocollo la Procura della Repubblica, il Consiglio dell'Ordine degli avvocati e la Coop EVA vogliono riaffermare il positivo percorso svolto insieme e rafforzarlo, consapevoli che solo la costruzione di un sistema di protezione integrato delle persone fragili e vulnerabili che si rivolgono alla giustizia, alle forze dell'ordine o ai servizi territoriali possa rispondere ad una tutela effettiva delle stesse. Benevento, 22 luglio 2019 .



Articolo di Attualità / Commenti