Come capire quanto vale un diamante

10:9:35 1618 stampa questo articolo
Diamante - Le 4 C: cut, clarity, color e caratDiamante - Le 4 C: cut, clarity, color e carat

Non è certo un segreto: i diamanti sono pietre molto preziose, il cui valore può raggiungere soglie davvero elevate.

Coloro che sono in possesso di un gioiello di questo tipo, magari perché lo hanno ereditato o ricevuto in regalo, hanno la possibilità di guadagnare delle cifre decisamente importanti nel caso in cui decidessero di rivenderlo. La prima cosa da fare però è capire quale sia il valore del diamante in proprio possesso, perché non tutte le pietre preziose valgono una fortuna e prima di provare a venderle conviene sempre avere le idee chiare sulle cifre che effettivamente si potrebbero intascare.

Al giorno d’oggi esistono marketplace, come Auctentic.com, che effettuano la valutazione diamanti online: un servizio gratuito che può rivelarsi molto comodo per chi intende mettere in vendita i propri gioielli. Vediamo però nel dettaglio quali sono gli aspetti che vengono presi in considerazione per calcolare il valore di un diamante.

# Le 4 C e le caratteristiche del diamante

Per valutare i diamanti viene innanzitutto utilizzato il metodo delle 4C (Cut, Clarity, Color, Carat) che prende in esame alcune caratteristiche ritenute fondamentali per calcolare il valore di queste pietre preziose. Vediamo brevemente di cosa si tratta.

Cut ossia il taglio del diamante

Il taglio non è altro che la forma stessa del diamante: una caratteristica che dipende in gran parte da chi ha realizzato il gioiello. A tal proposito, è interessante notare che i diamanti moderni sono quelli che valgono maggiormente in quanto hanno tagli più precisi rispetto a quello del passato.

Clarity ossia la purezza del diamante

La purezza del diamante è una caratteristica piuttosto complessa da comprendere per chi non è del settore, in quanto ha a che fare con le inclusioni. Queste non sono altro che le imperfezioni che si sono create durante la formazione della pietra preziosa e che ne compromettono in parte il valore. Meno sono le inclusioni del diamante, più questo risulta puro.

Color ossia il colore del diamante

I diamanti hanno diverse gradazioni di colore, che incidono sul loro valore e per questo esiste una precisa scala che permette di identificare con chiarezza il range di appartenenza della pietra preziosa.

Carat ossia il peso del diamante

I carati infine sono l’unità di misura del peso dei diamanti: un carato equivale infatti a 0,20 grammi.

# Gli altri dettagli che incidono sul valore di un diamante

Oltre alle 4C, esistono altri dettagli che incidono sul valore di un diamante e che devono essere presi in considerazione nel momento in cui si effettua una stima del suo valore. Se la pietra preziosa è rovinata ad esempio, il suo prezzo di vendita scende inevitabilmente così come la fluorescenza, se presente in modo troppo invasivo.

Effettuare una valutazione di queste pietre preziose è dunque complesso ed è per questo motivo che conviene sempre rivolgersi ad esperti del settore, possibilmente spassionati. Andare dal gioielliere di fiducia è ad esempio sconveniente, in quanto tale professionista potrebbe effettuare una stima poco oggettiva, cercando di portare acqua al proprio mulino e dunque di guadagnare qualcosa.



Articolo di Guide al Risparmio / Commenti