Conservatorio ‘Nicola Sala’: Si inaugura l'anno accademico

17:29:25 3643 stampa questo articolo

Domenica 20 gennaio, alle 10.30, presso la Sala “Benedetto Bonazzi” del Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento, si terrà l'incontro “Vivere la musica”, primo appuntamento della giornata inaugurale dell'Anno Accademico 2012/2013. Interverranno Achille Mottola, presidente del Conservatorio; Maria Gabriella Della Sala, direttore del Conservatorio; Vittorio Bonolis, musicista; Giorgio Bruno Civello, direttore generale AFAM Miur. Ospite d'onore sarà il Maestro Roman Vlad, compositore, pianista, musicologo, uomo di vasta cultura. Il momento clou della giornata è previsto alle 18.30, presso l'Auditorium Sant’Agostino dell'Università degli Studi del Sannio con il concerto d'inaugurazione dell'Anno Accademico 2012/2013. Sul palco l'Orchestra Sinfonica del Conservatorio, diretta da Francesco Ivan Ciampa, con Marco Serino al violino. I musicisti regaleranno al pubblico uno scorcio del repertorio con un programma composto dalla musica di Mozart, con Concerto per violino e orchestra n. 5 in La Maggiore K 219 detto “Turkish”; Giacomo Puccini, Intermezzo da “Manon Lescaut”; Antonín Leopold Dvořák, Sinfonia n. 8 in Sol Maggiore (op. 88). “L’inaugurazione dell’anno accademico – ha affermato il direttore Maria Gabriella Della Sala -segna una significativa chiamata alle arti che anche quest’anno si contraddistingue in due momenti di prestigio per l’Istituzione. Il Conservatorio sannita privilegia sempre più un percorso di qualità che ingloba in un trinomio perfetto la mission stessa del Conservatorio: la didattica, la ricerca e la produzione”. “Il Conservatorio di Benevento – ha concluso il presidente Achille Mottola – è cresciuto e con esso gli studenti che sono i protagonisti di un’esperienza formativa e di produzione di livello. La maturità e la solidità dei progetti del Conservatorio meritano sempre più la condivisione, il sostegno e l’incoraggiamento da parte delle Istituzioni, degli Enti e del sistema socio-economico provinciale e regionale”.



Articolo di / Commenti