Consorzio di Bonifica, l'anno si chiude in pareggio di bilancio

11:42:28 1892 stampa questo articolo
Consorzio Bonifica Consorzio Bonifica

Il Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano, dopo anni di bilanci negativi ha chiuso in pareggio di bilancio con Santagata.

Si è svolto ieri, 21 dicembre, presso la sala conferenze del Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano il Consiglio dei Delegati durante il quale si è parlato innanzitutto di Bilancio. La nota positiva con cui ci si è lasciati nell’assise ieri sera è stata soprattutto la notizia del pareggio di bilancio a meno di un anno di Amministrazione Santagata dopo anni di chiusure in negativo.

Questa la relazione che il presidente Alfonso Santagata: 

"E’ stata pienamente rispettata la previsione di bilancio di applicare ai ruoli 2017 solo un incremento pari al 2% rispetto ai valori del consuntivo 2016. - Tanto è stato certificato in data 20.12.2017 con nota prot. 5509 dal Direttore dell’Area Tecnico-Agraria, responsabile ad interim anche dell’Ufficio Catasto. Sono stati confermati da parte della Regione Campania il contributo di cui all’art. 10 della L.R. n. 4/2003 -quale 'sostegno alla gestione' (ossia alle spese di esercizio) sostenute dai Consorzi per lo svolgimento delle loro attività istituzionali- e quello di cui all’art.8, comma 6, al fine di concorrere al contenimento spese per il consumo di energia elettrica relativo all’esercizio degli impianti pubblici di bonifica e di irrigazione.

Diversamente, il contributo regionale relativo alle spese di manutenzione -ex art.8, comma 3, della L.R. n. 4/2003- inizialmente indicato nel 'bilancio gestionale della Regione Campania 2017', per un importo complessivo di € 500.000,00 di competenza libera, è stato successivamente reso indisponibile dall’Autorità regionale per far fronte ad altre sopravvenute esigenze della regione stessa.

Come preannunciato in sede di previsione all’inizio dell’anno, anche in seno al Consorzio è stata attuata una sistematica azione di contenimento
delle voci di spesa che si è estesa a tutti i capitoli in cui sono suddivisi in bilancio i COSTI DELLA PRODUZIONE, ossia: Per materie di consumo e componenti (punto 6); Per servizi (punto 7); Per godimento beni di terzi (punto 8); Per il personale (punto 9)

Si sottolinea con l’occasione che il processo di spending review convintamente e costantemente propugnato dal sottoscritto nel corso dell’anno ed attuato in maniera sincrona e concorde dai dirigenti e dipendenti del Consorzio, ha portato significativi risparmi per le casse dell’Ente (valutabili in oltre € 225.000,00, con riferimento al Settore Catasto -spese elaborazione ruoli e stampa e spedizione avvisi di pagamento-, Opere Irrigue -manutenzione cabine elettriche media tensione etc.-, Affari generali e personale - assicurazioni consortili, contenzioso e personale.

Ulteriori significative economie sono state conseguite nell’anno 2017 (ma se ne avranno anche negli anni futuri) a seguito della rinegoziazione del mutuo in essere con la Banca Popolare dell’Emilia Romagna (BPER). Tale rinegoziazione/surroga -di cui si tratterà più diffusamente nel corso dell’odierna seduta, essendo l’argomento di cui al punto 3. dell’O.d.G.- prevede un anno di moratoria del debito capitale per cui, in sostanza, il capitale delle rate scadute nel corso dell’anno 2017 non deve più essere corrisposto all’Istituto mutuante, entrando a far parte del nuovo mutuo  ristrutturato/surrogato su un nuovo periodo di ammortamento di 10 anni (a fronte dei 4 attuali), con prima rata a scadere il 30.06.2018.

Le economie conseguite, và detto, sono risultate superiori ad alcune spese in aumento rispetto al 2016, preminentemente riconducibili: ai maggiori costi di energia elettrica (per poco meno di € 175.000,00) dovuti alla stagione estiva 2017 eccezionalmente siccitosa; ai debiti contratti dal Consorzio quali quote annuali di partecipazione all’ASI CASERTA, non corrisposte (per poco meno di € 75.000,00); agli accantonamenti per le spese derivanti dai contenziosi di anni pregressi, ormai definiti (per circa € 150.000,00).

Ulteriore notizia positiva che mi pregio di fornire è il prossimo rinnovo del Contratto di Tesoreria con la Banca di Credito Popolare di Torre del Greco a condizioni significativamente migliori di quelle attuali (meno 25% dell’attuale tasso di interesse debitore sullo scoperto di conto corrente).

In conclusione di questa breve comunicazione, quindi, sono lieto di poterVi anticipare che nell’anno 2017 è stato superato l’obiettivo prefissato di
conseguire il pareggio di bilancio, prefigurandosi l’ottenimento di un UTILE DI ESERCIZIO che verrà destinato a rimpinguare lo STATO PATRIMONIALE
dell’Ente. Con grande soddisfazione, quindi, Vi annuncio la chiusura di questo primo, straordinario anno di esercizio che, con grande e convergente impegno di tutti gli Amministratori -sia Deputati che Consiglieri-, della Delegata Regionale, nonché dei dipendenti -sia impiegati che operai stagionali- e
collaboratori del Consorzio, ha portato subito a positivi, altrettanto straordinari, risultati. Nel ringraziare tutti di cuore per l’apporto prestato nel rilanciare questo antico Ente verso i traguardi che merita per la difesa e la valorizzazione del nostro territorio, Vi esprimo i miei migliori auguri di Buon Natale e felice Anno Nuovo".



Articolo di Finanza e Credito / Commenti