Controlli ad ampio raggio della Polfer nelle stazioni ferroviarie della Campania: 6 denunce nei controlli

15:12:43 916 stampa questo articolo
PolferPolfer

Settimana Esodo Estivo: 1757 le persone identificate durante i controlli della Polizia di Stato  nelle stazioni ferroviarie della Campania, di cui 378 con precedenti penali, 6 denunciati nei controlli.

Nel corso della settimana che volge al termine, il Compartimento di Polizia Ferroviaria per la Campania ha innalzato il livello di guardia intensificando le misure di osservazione e vigilanza negli scali ferroviari, in linea con le direttive del Servizio Polizia Ferroviaria, per contribuire alla sicurezza ed alla serenità dei numerosissimi viaggiatori, in concomitanza con il primo esodo estivo.

Le attività di controllo straordinario sono avvenute anche con il supporto di unità Cinofile e di Unità Operative di pronto intervento, specificamente addestrate per la prevenzione di atti di terrorismo o azioni di natura violenta. Le pattuglie si sono avvalse di smartphone di ultima generazione per il controllo in tempo reale di documenti e di metal detector per ispezioni di bagagli sospetti.

Nel dettaglio, sono state identificate 1757 persone, di cui 95 stranieri, 2 in posizione irregolare sul territorio dello stato italiano; controllati 900 bagagli; 5 contravvenzioni al C.d.S.; 2 al regolamento ferroviario. Inoltre nell’attività di contrasto al fenomeno dell’abusivismo commerciale sono stati effettuati nr. 6 sequestri amministrativi con relative segnalazioni.

Denunciate a piede libero 6 persone: 3 perché risultate irregolari sul territorio dello Stato Italiano, 1 per false attestazioni e dichiarazioni a Pubblico Ufficiale; Un venditore abusivo di prodotti alimentari è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria, poiché sorpreso a offrire in vendita, beni alimentari deperibili in cattivo stato di conservazione.

Inoltre una donna è stata denunciata per minacce e resistenza ad incaricato di Pubblico Servizio, in quanto tentava di oltrepassare il filtro costituito da dipendenti delle Ferrovie dello Stato che effettuavano controlleria ai titoli di viaggio e, alla loro richiesta, reagiva con spintoni, schiaffeggiando uno di essi; prontamente intervenuti gli agenti del Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania, conducevano la donna in Ufficio per gli adempimenti di competenza.

Nell’ultimo anno il Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania ha indirizzato le proprie strategie ad incrementare la visibilità delle pattuglie, con una ricaduta in termini di prossimità nei confronti dei cittadini, di prevenzione e di deterrenza nei confronti di malintenzionati. Ha altresì implementato la sinergia con tutte le componenti sociali in ambito ferroviario ed in particolare con Protezione Aziendale del Gruppo FS attuando una filosofia dell’azione improntata alla massima collaborazione, nelle diverse competenze, puntata all’obiettivo sicurezza a vantaggio di cittadini, viaggiatori, turisti, ed operatori di settore.

Il nuovo dispositivo di controllo ha raggiunto gli obiettivi prefissati: infatti le persone in ingresso ed in uscita dalla stazione, transitando attraverso i varchi presidiati dalla Polizia di Stato, hanno l’immediata percezione della presenza e dell’operatività delle Forze dell’Ordine, mentre i poliziotti possono monitorare più agevolmente gli ingressi ed individuare eventuali sospetti, con innegabili ricadute positive in termini di sicurezza reale e percepita.

Nei primi sette mesi dell’anno in corso i reati denunciati in ambito ferroviario ed in particolare furti o borseggi nella stazione di Napoli Centrale sono diminuiti molto oltre il 50% e continuano ad essere in costante e continua flessione; anche i furti di rame, vera piaga negli anni passati, sulle linee ferroviarie della Regione Campania, sono diminuiti in maniera significativa per ridursi a minimi storici.



Articolo di Napoli / Commenti