Crisi di governo. Mattarella accetta le dimissioni di Mario Draghi

17:5:1 1255 stampa questo articolo
Mario DraghiMario Draghi

Venuta meno la fiducia della maggioranza, il governo resta in carica per gli affari correnti.

Un epilogo kafkiano, per dirla con le parole di Giorgetti: "Senza dignità". Perché i partiti di maggioranza che hanno decretato la fine del governo, non hanno avuto il coraggio di votare no alla fiducia. Si sono astenuti (M5S) oppure hanno lasciato l'aula (Lega e Forza Italia), dopo che ieri il governo, al Senato, aveva ottenuto la fiducia.

Che la società civile invochi serietà e spirito di servizio, poco importa, meglio il cinico calcolo di bottega piuttosto che guardare al bene nazionale.



Articolo di Cronaca Nazionale / Commenti