Crisi migranti tra Italia e Francia. L'Ocean Viking attracca a Tolone, ancora tensioni fra Roma e Parigi

10:3:41 1752 stampa questo articolo
Guardia costiera, 888 migranti in salvo a 35 miglia dalle coste libiche (foto di archivio)Guardia costiera, 888 migranti in salvo a 35 miglia dalle coste libiche (foto di archivio)

I migranti sulla Ocean Viking controllati in Francia. Parigi aumenta i controlli alle frontiere con l'Italia.

L'Ocean Viking è una nave umanitaria noleggiata da luglio 2019 dall'associazione SOS Méditerranée. Il governo italiano fonda quindi su queste basi la tesi secondo cui, essendo la nave territorio francese, è il paese di appartenenza che si deve fare carico delle persone a bordo, considerandole migranti.  

La Francia, invece, in linea con la prassi e il diritto internazionale, ritiene che le persone salvate in mare e prese a bordo della nave, sono naufraghi e in quanto tali, secondo le norme internazionali, hanno diritto ad essere sbarcate nel porto sicuro più vicino. Porto sicuro più vicino che non può che essere un porto italiano e non francese o norvegese, come vorrebbe il governo Meloni, ossia un porto distante centinaia di miglia oltre.

Lo scontro diplomatico è incentrato su questo punto.

La Ocean Viking sbarca a Tolone, la Francia chiude le ricollocazioni con l'Italia

Il ministro francese dell'Interno Gérald Darmanin annuncia la sospensione l'accoglienza prevista di 3.500 rifugiati attualmente in Italia dopo il rifiuto italiano di accogliere la Ocean Viking.



Articolo di Cronaca Nazionale / Commenti