La battaglia del Prosecco. I produttori chiedono lo stop ai vigneti Docg dal primo agosto

Si fa presto a dire Prosecco . Dietro allo spumante italiano, che nel 2014 ha superato lo champagne diventando il più venduto al mondo, si nasconde un universo con molte differenze e in continua crescita.

Aumenta la produzione , che ha raggiunto 600 milioni di bottiglie, crescono le esportazioni (+16% nel 2018). Ma la bollicina rischia di scoppiare e per difendersi dalle oscillazioni dei prezzi, le due Docg che rappresentano le colline storiche del prosecco corrono ai ripari, chiedendo alla Regione uno stop - a partire dal 1 agosto - all'iscrizione di nuovi vigneti nella denominazione garantita. Gianpaolo Giacobbo, responsabile del Veneto per la guida Slow Wine, edita dall'associazione Slow Food, racconta le difficoltà dei piccoli produttori: "C'è una nuova generazione di produttori, proprio sulle colline del Valdobbiadene superiore, che sta facendo del suo meglio per fare un prodotto che poi magari non trova adeguata risposta sul mercato. A meno di non adottare politiche di abbassamento del prezzo , che però non sono giuste, perché non danno dignità né al lavoro né a quelle terre". Stop ai diserbanti Altro impegno assunto dalla Docg Conegliano-Valdobbiadene, da quest'anno, è la messa al bando del glifosato sul territorio dei suoi 7 comuni. Un modo in più per marcare la differenza dalla produzione intensiva e meccanizzata che fa però la parte del leone. Su 100 bottiglie di prosecco che finiscono sul mercato, solo 16 arrivano dalla denominazione garantita . Ancora Giacobbo: "Sull'onda di un successo commerciale innegabile ci si è fatti prendere un po' la mano. La Doc del Prosecco è stata estesa fino quasi al mare e al Friuli Venezia Giulia. Questo tende a mettere sul mercato un mare magnum di prodotto, un'offerta amplissima, quasi uno tsunami di un prodotto che però rischia di perdere una sua vera identità".


12:34:12 2267 stampa questo articolo


  • Le previsioni meteo di venerdì 16 agosto
  • Le previsioni meteo di ferragosto
  • Crisi di Governo. Salvini: dal caos alle elezioni per aggiudicarsi l'Italia, ma dal Sud monta la contestazione
  • Crisi di Governo. Il rebus: esecutivo balneare o elezioni anticipate?
  • Meteo. Le previsioni del tempo di lunedì 12 agosto
  • Bari ricorda la Vlora: 28 anni fa lo sbarco di 18mila albanesi: "Oggi non sarebbero stati accolti" VIDEO
  • Le previsioni meteo di domenica 11 agosto 2019 VIDEO
  • La Lega ufficializza la crisi: presentata in Senato mozione di sfiducia a Conte
  • Crisi di Governo. Il presidente del Consiglio a Salvini: "Non spetta a te decidere i tempi della crisi"
  • Governo nel caos, lo strappo della Lega: "Unica alternativa è il voto"
  • Crisi di governo: Conte e Di Maio accusano Salvini
  • Matteo Salvini da Pescara: "C'eravamo tanto amati"
  • Le previsioni meteo di venerdì 9 agosto 2019
  • Crisi di Governo: scontro sulla tav e minacce di divorzio
  • Vicenda Tav. Respinta la mozione del Movimento 5 Stelle: crepa "ferroviaria" tra i gialloverdi
  • Decreto sicurezza bis: per il costituzionalista Azzariti viola due articoli della Costituzione
  • Le previsioni meteo di mercoledì 7 agosto
  • Anniversari. Hiroshima 74 anni dopo la bomba nucleare
  • Meteo. Le previsioni del 6 agosto
  • A Malta i migranti della Alan Kurdi. Da Valencia disponibilità per Open Arms
  • Sfide. L'impresa dell'uomo volante Franky Zapata: ha attraversato la Manica
  • Mediterraneo. Le rotte delle navi ONG respinte dall'Italia e cariche di migranti
  • Migranti, minorenni e soli. Migliaia di minori non accompagnati abbandonati in Spagna
  • Migranti, Open Arms: "Salvate altre 68 persone con evidenti segni di tortura"