Messina Denaro, Salvatore Borsellino: "Temo uno scambio dietro l'arresto"

21:30:30 1999 stampa questo articolo
I giudici Giovanni Falcone e Paolo BorsellinoI giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino

Il fratello del giudice ucciso dalla mafia nella strage di Via d'Amelio ammonisce: "Eccessivi i toni trionfalistici".

Il fratello del giudice Paolo Borsellino, nell'intervista rilasciata ad Euronews - che è possibile vedere nel video qui di seguito - propone una lettura più problematica dell'arresto del boss mafioso Matteo Messina Denaro.  "È sicuramente una buona notizia - dichiara - non si può che essere soddisfatti che un latitante da 30 anni ormai venga assicurato alla giustizia, però resta l'amarezza che siano voluti trenta anni per arrivare a questo risultato. E purtroppo non è il primo caso, per altri latitanti dello stesso calibro, per i capi della mafia Riina e Provenzano ci sono voluti altrettanti anni prima che venissero assicurati alla giustizia. Quindi adoperare questi toni trionfalistici mi sembra eccessivo. Sicuramente c'è la soddisfazione di vedere un criminale assicurato alla giustizia ma c'è l'amarezza che ci siano voluti trent'anni".



Articolo di Cronaca Nazionale / Commenti