Beneventano in carcere per tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia

9:29:40 2295 stampa questo articolo
Molestie Molestie

Nel pomeriggio di ieri è stata data esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari su richiesta della Procura della Repubblica di Benevento, nei confronti di un cinquantaseienne beneventano.

Per l'uomo gli inquirenti hanno riscontrato gravi indizi di reato per tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia. Da tempo il 56enne ingiuriava e malmenava la moglie, provocandole lesioni, ma la donna non aveva il coraggio di denunciare; tra le angherie subite perfino quella di essere stata costretta, in alcuni casi, a dormire sul balcone di casa.

Durante un recente episodio di violenza, l’indagato aveva tentato persino di strangolare la moglie, salvata solo dall’intervento provvidenziale del figlio e successivamente di un pattuglia della Squadra Volante. Dopo l’allontanamento della vittima dall’abitazione, l’uomo aveva iniziato a vessarla con continue telefonate, cagionando in lei una tale esasperazione da indurla a tentare il suicidio.

Ieri l’epilogo della vicenda, quando l’indagato è stato rintracciato e condotto presso la Casa Circondariale di Benevento, in esecuzione della misura cautelare, dagli agenti della Squadra Mobile, che, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Benevento, hanno condotto le indagini. in esecuzione della misura cautelare.
 



Articolo di Cronaca / Commenti