Patrimonio sottratto alle tasse ad Aosta in un trust a Benevento. Oltre 1 milione di euro sequestrati dalla Finanza

23:10:7 1775 stampa questo articolo
Guardia di FinanzaGuardia di Finanza

Oltre tre milioni di euro sottratti al Fisco e cartelle esattoriali eluse trasferendo i beni in un trust, questo il quadro scoperto dalle indagini della Guardia di Finanza coordinate dalla Procura della Repubblica di Benevento

I Militari del Nucleo Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Benevento hanno eseguito questa mattina un decreto di sequestro preventivoe, emesso dal GIP del Tribunale di Benevento, per il reato di cui all’art. 11 del d.lgs 74/2000 (sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte), su richiesta dei magistrati della Procura della Repubblica di Benevento nei confronti di un soggetto di origini Piemontesi, residente ad Aosta, che aveva costituito un trust a Benevento al solo scopo di sottrarre i beni in essi conferiti alle procedure esecutive da parte della Agenzia delle Entrate, per un valore complessivo dei beni immobili sottoposti a sequestro superiore ad 1 milione di euro.

Le complesse indagini condotte, di natura economico-finanziaria, hanno consentito di accertare che a fronte di cartelle esattoriali emesse nei confronti dell’indagato per valori consistenti negli anni incrementatesi fino a raggiungere una cifra complessivamente superiore ai 3 milioni di euro, l'indagato, pur pienamente consapevole dei conseguenziali obblighi derivanti dal significativo debito tributario accumulato nei confronti dell’Erario, per sottrarsi all’assolvimento dello stesso, ha posto in essere un’alienazione simulata spogliandosi, solo apparentemente, dei propri beni mobili ed immobili facendoli di fatto confluire in un “trust”, costituito ad hoc e nel quale ricopriva, altresì, la duplice veste di disponente e trustee ed indicando quali beneficiari propri stretti congiunti. Così facendo, l’indagato, al fine di eludere le pretese tributarie del fisco, di fatto realizzava uno schermo formale rispetto al patrimonio personale per sottrarlo ad ogni possibile procedura di riscossione coattiva.

Le indagini effettuate dai finanzieri hanno fatto emergere l’utilizzo fraudolento e strumentale dell’istituto giuridico del Trust da parte dell’indagato che, adottandolo, ha di fatto schermato i patrimoni potenzialmente aggredibili da misure cautelari reali.

L’attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento e condotta dagli uomini del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Benevento, rivela ancora una volta l’impegno costante della Procura di Benevento nella repressione di tali reati e la professionalità che il Corpo della Guardia di Finanza assicura nel contrasto alle frodi in generale ed a quelle di natura economico-finanziaria in particolare, così contribuendo al recupero di importanti risorse economiche illecitamente sottratte all’Erario da destinarsi, invece, al servizio della collettività.



Articolo di Cronaca / Commenti