“Sulle rotte dei profumi antichi”: riscoperti a Benevento i profumi della Dea egizia Iside

12:36:37 1240 stampa questo articolo

“Sulle rotte dei profumi antichi”: questo il nome del programma denominato “Museum Factory” dedicato alla bellezza e al design d'arte del Sannio

Il programma  è promosso dall'info point del Museo del Sannio con il patrocinio dalla Provincia di Benevento e dall'Università degli Studi del Sannio.

L’iniziativa, avviatasi sabato scorso, ha avuto il suo prologo nello scorso mese di novembre, sempre al Museo del Sannio, con la presentazione di un profumo realizzato da “La Pelagia” di Petronilla Liucci, e di un libro, curato da Giovanna Lombardi, dedicati entrambi alla dea egizia Iside, il cui Tempio beneventano in epoca imperiale romana, soprattutto per opera di Domiziano, era tra i più importanti di tutto il Mediterraneo.

In sostanza, con l’omaggio alla dea del culto neo-egizio che tanta parte ha avuto nella storia della Città di Benevento, il viaggio proposto dall’Info point del Museo del Sannio è una condivisione del brand “Aromaticae Formulae la Pelagia”, consistente nell’arricchire l'arte profumiera italiana con i risultati delle ricerche archeologiche e scientifiche della botanica antica, dei profumi e dei metodi di distillazione presenti nel Mediterraneo antico.

Le formule profumate, competenti fondamentali del Patrimonio Archeologico del “Mare nostrum”, in particolare quelle della dea Iside, valorizzate dalla Liucci, "Beauty image advisor" e "Olistic Aromatic tutor", costituiscono la tappa fondamentale del percorso dell’Info point del Museo del Sannio. Qui è presente “EA”- Eau de Parfum, primo profumo di 10 ml, Made in Italy creato esclusivamente per i bookshop museali, ispirato alle documentazioni storico-archeologico in materia di profumi ed essenze nelle antiche civiltà italiche tratte dallo studio “Il Profumo di Cipro” di Maria Rosaria Belgiorno, ricercatore associato c/o ITABC-CNR, Ispettore onorario MiBACT, Responsabile delle Indagini Archeologiche e archeometriche sul sito preistorico di Pyros/Manovraki a Cipro.

La Ricercatrice ha anche realizzato il video, proiettato lo scorso maggio nella Sala "Gianni Vergineo" del Museo del Sannio, del progetto internazionale ITA-CIPRO “perfumecypark” che mostra il sito archeologico cipriota dalla stessa Belgiorno diretto che negli anni ha riscosso sempre più interesse di partnerships internazionali.

Nel video si ripercorre il rinvenimento archeologico del primo sito di produzione di profumi del mediterraneo, di numerosi distillatori antichi , vasellame dedicato alla produzione di essenze profumate risalenti al 4° millennio a.C.

La prima tappa del viaggio virtuale “Sulle rotte dei profumi antichi”, proposto dall’Info point del Museo del Sannio, ha avuto quale Ospite d'onore la Dott.ssa Fernanda Russo, Farmacista-Maestra Profumiera dell'azienda Safenatura di Firenze, che ha illustrato le opportunità formative nel settore della profumeria italiana ed illustrato il percorso formativi in numerose Scuole.

L'Unisannio, rappresentata dalla dott.ssa Irma di Donato, ha avviato con il Dipartimento di Biotecnologia un canale di dialogo con la Ricercatrice Belgiorno per dottorati di ricerca già attivi al Perfumecypark in modalità Cell Biology Erasmus MC, che gratuitamente offrono al discente di risiedere all'estero in campus di ricerca CNR. L'esperienza conoscitiva multisensoriale delle antiche essenze e l'esperienza olfattiva stessa soddisfano, nelle nuove generazioni, il bisogno di conoscere le proprie radici, attraverso l'olfatto e le esperienze di rituali dei popoli antichi, quali tracce indelebili nella memoria collettiva.



Articolo di Mostre / Commenti