All'asta il premio Nobel di Salvatore Quasimodo. Assente il figlio: "sono deluso dall'esito"

“L’intervento del ministero ha certamente frenato l’entusiasmo che si era creato attorno all’asta, sono rimasto molto deluso”. Alessandro Quasimodo, il figlio del poeta Salvatore, è stato il grande assente dell’asta alla Bollafi di Torino dove, per sua decisione, è stato battuto il premio Nobel del padre.

Ad aggiudicarselo è stato un collezionista di Firenze. “Ho preferito starmene nella mia Siracusa, lontano dal chiacchiericcio” ha dichiarato il figlio di Quasimodo, che ha inoltre spiegato che era stato lui stesso, 20 anni fa a comprare il Nobel.

“Non era in casa, mio padre per suo espresso volere l’aveva donato alla signora che era con lui a Stoccolma il giorno della premiazione, lei però l’ha venduto e io a sua volta l’ho ricomprato da un numismatico di Milano. Per motivi personali oggi ho deciso di metterlo all’asta, ma sono rimasto deluso per come è andata”.

di Alessandro Puglia


10:47:21 4952 stampa questo articolo


  • Convegno ISTAT sullla povertà assoluta: metodologia e misura del fenomeno. Diretta streaming
  • Meteo. Le previsioni meteorologiche di oggi 25 aprile
  • Via Crucis per pace in Ucraina. Polemiche per la scelta di Papa Francesco
  • Agricoltura. Perché la guerra in Ucraina ha gravi conseguenze sulla produzione agricola mondiale
  • Venezia. Ad "Homo Faber" in mostra i mestieri e le creazioni dell'artigianato
  • Verona. Si conclude "Vinitaly", tornata in presenza: numeri da record per il vino italiano
  • Giornata internazionale dei Baci
  • Dove si butta? Dallo scontrino al cartone della pizza: 5 errori da evitare
  • Napoli. Cosa resta del Parco dello sport di Bagnoli costato 37 milioni: rovi, ruderi e rifiuti
  • Sorpresa amara, le uova di cioccolato Kinder ritirate in Europa. Salvo il mercato italiano
  • Guerra in Ucraina. Da Kiev a Roma: la storia di Alisa, talento della danza classica
  • Internet. Cos'è un attacco informatico?
  • Come spiegare la guerra ai bambini
  • Ucraina. Nuova condanna del Papa della guerra 'bestiale e sacrilega'
  • La primavera è la stagione più felice: è scientificamente provato
  • Guerra in Ucraina. Bambini ucraini accolti a scuola nel napoletano
  • Roma. Pene ridotte agli assassini del carabiniere Cerciello Rega
  • Roma. Evasione fiscale e riciclaggio: confiscati 120 immobili a un imprenditore della logistica
  • Guerra in Ucraina. Gran parte dei leader dell'Unione europea hanno incontrato Zelensky
  • Bologna. Poliziotto salva un uomo che rischia di essere travolto dal treno nella Stazione centrale
  • Crisi energetica. Draghi: "Stanziati 16 miliardi e ridotto l'Iva al 5% sul consumo del gas"
  • Jury Chechi contro Kuliak: "La Z sul petto gesto incommentabile. Aiuterò le persone a lasciare l'Ucraina"
  • 8 marzo Giornata Internazionale della donna
  • Bellezza. I miti sulla doppia detersione a cui smettere di credere