L'artista sannita Antonio Volpone in mostra a Roma per il mese della fotografia

11:25:21 1201 stampa questo articolo
Antonio VolponeAntonio Volpone

 In occasione del mese romano della fotografia, Antonio Volpone espone nella capitale alcune delle sue più significative opere, raccolte sotto il progetto ''Ibidem - Astrazioni necessarie''.

Con "Astrazioni necessarie" Volpone ha calato la sua attenzione sui piccoli centri sanniti, per ritrarne gli angoli più significativi, almeno nella sua interpretazione. Quelli ritratti a Pietrelcina, Paduli, Apice, Torrecuso, Guardia Sanframondi, Benevento, Sessa Aurunca, dietro la macchina fotografica dell'artista, non sono più vicoli o stradelle, ma diventano momenti di riflessione sulla rispettiva storia, di come il passare degli anni abbia comunque inciso, preservandoli o stravolgendoli, su luoghi che sono della memoria, ma che anche dell'oggi, di un presente che vuole essere e restare vivo. 

Gli scatti di Antonio Volpone inseriti nel progetto ''Ibidem-Astrazioni necessarie'', nell'ambito della rassegna romana, costituiscono, per chi già apprezza l'artista sannita, un ulteriore contributo alla definizione della fotografia come testimonianza, ma anche come visione. Al vernissage di sabato 23 marzo presso la Galleria ArtSharing in via Giulio Tarra, 64 a Roma, sono state esposte anche opere inedite. 

Per chi, ancora, non ha avuto l'opportunità di conoscere le fotografie di Volpone, la mostra sarà una occasione per calarsi in una realtà diversa, in cui ogni singola immagine forse non volontariamente celebra se stessa, ma anche i luoghi che l'hanno ispirata. Volpone, giovandosi oltre che della sua sensibilità d'artista, anche di una mirabile tecnica, è riuscito a fermare il tempo, non per cristallizzarlo, svelando, con il sapiente gioco del chiaro e dello scuro, dei contrasti e delle sfumature, quel che nascondono veramente luoghi che sono vissuti dalla gente, che però non li conosce veramente.

In mostra dal 23 marzo al 31 marzo IBIDEM – Astrazioni Necessarie: nato come un progetto itinerante partito a Dicembre 2011 dal Museo del Sannio per approdare in luoghi simbolo del nostro territorio e dell’intera nazione è un reciproco scambio tra arte e cultura. De Sanguine, Sott’acqua e sopra vento, Radici, Vitae, Amoremiapice, Evanescenze, Gitane, Janua, Maleventum; questi i titoli delle mostre che compongono il progetto, sono in sintesi immagini di ectoplasmi emozionali, fantasmi pre coscienti del sogno, lunghe immagini dell’appagamento emotivo, soffi vitali dell’astrazione.

IBIDEM Astrazioni Necessarie non è solo una mostra, ma l'incontro tra varie Arti... Parola, Musica, Immagine, Poesia. Interverranno Carlo d'Abenantes critico d'Arte, Mario de Tommasi antropologo, Sabrina Iadarola giornalista.

Video Le Distorsioni Necessarie, regia e voce Antonio Pizzicato, musiche e sax Umberto Aucone, trombone Alessandro Tedesco, immagini Antonio Volpone, poesie Sandro Pedicini. Libro Ibidem Astrazioni Necessarie con introduzione di Enzo Carli edito da Ideas Edizioni. A cura di Penelope Filacchione.



Articolo di Mostre / Commenti