D-Day, parla il veterano: "Corremmo incontro alle mitragliatrici tedesche"

La brutalità di quel 6 giugno del 1944 , quando le truppe alleate invasero la Francia sbarcando su un lembo costiero della Normandia, Leon Gautier la conserva ancora negli occhi.

Poco piu che ragazzino, fu t ra i primi commando francesi d'elite a sbarcare nel settore di Sword beach sotto una grandine di fuoco tedesco : e oggi, a 75 anni da quella gelida mattina di primavera che segnò uno spartiacque nella storia, la casa in cui vive si trova proprio a pochi centinaia di metri da uno dei bunker da cui i tedeschi facevano fuoco. "Ci sparavano rinchiusi lì dentro" ricorda. " I nostri ordini erano di saltare fuori dalle barche il più velocemente possibile, e andare verso il bunker, perché più ci si avvicina, più il campo di tiro nemico diventa stretto". Gautier aveva appena 17 anni e lavorava come apprendista carrozziere quando le truppe naziste invasero la Francia: troppo giovane per unirsi all'esercito, scelse comunque di ripiegare sulla marina.

Quattro anni dopo, era tra i 177 commando francesi d'elite che condussero l'assalto alle postazioni tedesche, aprendo simbolicamente cla strada alle truppe britanniche. "Fu il Colonnello Dawson, che era con noi, a darci 20 metri di vantaggio" ricorda. "Ci disse: 'Dopo di voi, dopo di voi, bentornati a casa, andate pure per primi'. E noi eravamo davvero felici di tornare in Francia. Eravamo impazienti, volevamo andarci. Eravamo volontari, tutti i commando lo erano: se qualcuno avesse voluto andarsene avrebbe dovuto solo dirlo e nessuno lo avrebbe fermato". Gautier, che oggi ha 96 anni, è uno degli ultimi veterani del D-day. La sua era la generazione più giovane: quella dei ventenni che 75 anni fa scelsero volontariamente di offrire il petto ai proiettili tedeschi per salvare l'Europa dal fondo del baratro.


8:43:20 945 stampa questo articolo


  • "Perfetti Sconosciuti" da Guinness, la commedia di Genovese è il film con più remake di sempre
  • Nuovi distintivi per la Polizia VIDEO
  • Ecofin: le raccomandazioni per l'Italia
  • Migranti in Italia: chiuso il Cara di Mineo
  • Le previsioni Meteo di oggi 8 luglio VIDEO
  • Intervista al Premio Strega Antonio Scurati: "Mussolini prototipo di ogni leader populista"
  • L'Africa lancia l'unione doganale: quali sfide per l'Europa?
  • Immigrazione. La solidarietà del Papa, i porti chiusi di Salvini
  • Meteo. Le previsioni per oggi 7 luglio VIDEO
  • Omaggio a Ugo Gregoretti. Documentario "Vientos del Pueblo-Gli Inti-Illimani nel Sannio e nel Matese"
  • Stromboli, situazione sotto controllo tra tanta paura e sollievo
  • Giornata mondiale del bacio, i 20 baci del cinema più cercati sul web
  • Scuola Viva. Il TG dell'IC di Ponte conclude il modulo di giornalismo digitale
  • Pietro Bartolo, medico di Lampedusa: "L'immigrazione è una ricchezza per l'Europa"
  • Il Premio Strega approda in Francia: i cinque finalisti incontrano i lettori europei
  • Napoli 2019 Summer Universiade sarà aperta da Andrea Bocelli VIDEO
  • Meteo. Le previsioni per il 27 giugno VIDEO
  • Procedura di infrazione, Thygesen: "L'Italia faccia più attenzione ai toni"
  • Napoli. Operazione anti-camorra "Cartagena": 126 arresti nell'Alleanza di Secondigliano
  • Torino. Spettacolare: 302 droni luminosi in volo per festeggiare il Santo Patrono
  • Blitz antindrangheta in Emilia Romagna contro la cosca Grande Aracri
  • Mondiali di Calcio femminili. Italia-Cina 2-0, azzurre volano ai quarti VIDEO
  • Meteo. Le previsioni per domani 26 giugno VIDEO
  • Le previsioni meteo di oggi 25 giugno 2019