Decreto Sicurezza: cosa rischiano "i sindaci ribelli"?

Ne risponderanno personalmente, penalmente e civilmente perchè è una legge dello Stato che mette ordine e regole . Ha commentato così a caldo - il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini - la decisione di alcuni sindaci tra cui Orlando a Palermo e De Magistrisis a Napoli di violare l'articolo 13 del decreto sicurezza.

Al di là della provocazione - Salvini dice "se non credete al decreto, allora rinunciate ai soldi che vi mette a disposizione", cosa rischiano davvero i disobbedienti che hanno sottolineato profili di inconstituzionalità relativi a quegli articoli del decreto che limiterebbero i diritti fondamentali della persona, in questo caso lo straniero?. I prefetti di Palermo e Napoli - dice il Viminale - sono tenuti a deunciare i sindaci e gli ufficiali dell'anagrafe nel caso in cui trasgrediscano la norma. Gli stessi prefetti hanno anche facoltà di annullare l'atto dell'ufficio comunale.

Tra i reati contestabili invece l'abuso in atti d'ufficio . E se la mancata applicazione del decreto dovesse verificarsi - uno degli scenari possibili è l'apertura di un contenzioso tra lo Stato e i comuni con un giudice penale o amministrativo che può sollevare la questione di legimittimità costituzionale del decreto come spiega il presidente emerito della Consulta Cesare Mirabelli che ha detto: "La pubblica amministrazione non puo sollevare questioni di legittimità costituzionale e deve uniformarsi alla legge. Nel caso di una norma disapplicata - continua Mirabelli - potrebbe apririsi un contenzioso con l'intervento di un prefetto o di un'altra autorità".


9:8:38 2636 stampa questo articolo


  • "Perfetti Sconosciuti" da Guinness, la commedia di Genovese è il film con più remake di sempre
  • Nuovi distintivi per la Polizia VIDEO
  • Ecofin: le raccomandazioni per l'Italia
  • Migranti in Italia: chiuso il Cara di Mineo
  • Le previsioni Meteo di oggi 8 luglio VIDEO
  • Intervista al Premio Strega Antonio Scurati: "Mussolini prototipo di ogni leader populista"
  • L'Africa lancia l'unione doganale: quali sfide per l'Europa?
  • Immigrazione. La solidarietà del Papa, i porti chiusi di Salvini
  • Meteo. Le previsioni per oggi 7 luglio VIDEO
  • Omaggio a Ugo Gregoretti. Documentario "Vientos del Pueblo-Gli Inti-Illimani nel Sannio e nel Matese"
  • Stromboli, situazione sotto controllo tra tanta paura e sollievo
  • Giornata mondiale del bacio, i 20 baci del cinema più cercati sul web
  • Scuola Viva. Il TG dell'IC di Ponte conclude il modulo di giornalismo digitale
  • Pietro Bartolo, medico di Lampedusa: "L'immigrazione è una ricchezza per l'Europa"
  • Il Premio Strega approda in Francia: i cinque finalisti incontrano i lettori europei
  • Napoli 2019 Summer Universiade sarà aperta da Andrea Bocelli VIDEO
  • Meteo. Le previsioni per il 27 giugno VIDEO
  • Procedura di infrazione, Thygesen: "L'Italia faccia più attenzione ai toni"
  • Napoli. Operazione anti-camorra "Cartagena": 126 arresti nell'Alleanza di Secondigliano
  • Torino. Spettacolare: 302 droni luminosi in volo per festeggiare il Santo Patrono
  • Blitz antindrangheta in Emilia Romagna contro la cosca Grande Aracri
  • Mondiali di Calcio femminili. Italia-Cina 2-0, azzurre volano ai quarti VIDEO
  • Meteo. Le previsioni per domani 26 giugno VIDEO
  • Le previsioni meteo di oggi 25 giugno 2019