Droga a Benevento: due arresti, trovati 45grammi di cocaina sotto l'ascella di uno spacciatore

13:29:27 7791 stampa questo articolo

NOSTRO SERVIZIO - Lo hanno trovato con la droga attaccata con il nastro adesivo sotto l'ascella sinistra per eludere la perquisizione. Uno stratagemma che non è servito a farla franca all'equipaggio della Squadra Mobile della Questura di Benevento. Finisce così in manette Gerardo De Iasio, beneventano 47enne, ma residente nel comune di Altavilla Irpina (Avellino), ritenuto dalla Questura sannita uno dei maggiori fornitori di cocaina della città di Benevento: oltre a De Iasio è finito agli arresti anche Vincenzo Fortunato, nato da Acerra (Napoli) nel 1975 e residente nel centro irpino. Per arrestarli la Polizia ha effettuato un pedinamento "lungo e complesso" così come annunciato nella conferenza stampa di questa mattina presso la Questura di Via De Caro presieduta dal neoquestore di Benevento, Salvatore La Porta.
L'operazione decisiva si è avuta lo scorso sabato 8 ottobre: "Verso le 18 - si legge nel comunicato della Questura - in una piazza di spaccio di Benevento, è stata notata un'autovettura Ford Fiesta con a bordo due uomini, proveniente da Altavilla Irpina. Gli occupanti del veicolo sono stati contattati da alcuni giovani conosciuti quali piccoli spacciatori e poi si sono allontanati: da lì è cominciato il pedinamento". Non è stato facile per gli agenti seguire De Iasio e Fortunato visto che i due sono partiti da Benevento per poi recarsi a San Giorgio del Sannio, poi a Napoli nel quartiere Forcella piazza "storica" dello spaccio partenopeo ed infine, ritornare nel Sannio. Il momento decisivo dell'operazione antidroga è avvenuta nei pressi del casello di "Avellino Est": i due spacciatori hanno imboccato la vecchia viabilità che collega Avellino con Benevento. "Essendo tale strada ricca di complanari - hanno spiegato in Questura - il personale della Squadra Mobile ha deciso di intervenire. Bloccata l'auto, gli occupanti sono stati identificati per i due arrestati. Nel corso della perquisizione personale, sotto l'ascella sinistra di De Iasio, è stato rinvenuto un involucro di carta bianca chiuso con il nastro adesivo marrone, contenente una palla di cocaina del peso di 45,362grammi destinata non ai singoli consumatori ma agli spacciatori della città. Nel vano portaoggetti del cruscotto vi era un coltello a serramanico in acciaio con una lama di 8 cm, tre telefoni cellulari e 670euro in contanti. Dopo la perquisizione domiciliare, con l'ausilio della Squadra Mobile di Avellino, è stato rinvenuto un bilancino di precisione. I due spacciatori sono stati condotti presso il carcere di Bellizzi Irpino a disposizione della Procura della Repubblica di Avellino".
Il Questore La Porta si è complimentato con gli agenti della Squadra Mobile "per la riuscita di una complessa operazione antidroga. La Polizia ha seguito i due spacciatori anche in ambienti ostili ed è stata brava ad intervenire nel momento giusto. Questo significa che le nostre forze di Polizia sono attente ai fenomeni di spaccio presenti nel nostro territorio".



Articolo di / Commenti