Bosco (UIL): "Salva la Prefettura di Benevento"

21:39:18 1170 stampa questo articolo
Palazzo del GovernoPalazzo del Governo

"Si taglieranno i posti di prefetto, lasciando inalterato il numero dei presidi di legalità territoriale".

Fioravante Bosco
, segretario generale aggiunto della Uil Avellino/Benevento, rende noto che il decreto legge 4 ottobre 2018, n. 113, recante “Disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, nonché misure per la funzionalità del Ministero dell’interno e l’organizzazione e il funzionamento dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata”, è stato definitivamente approvato dal Senato della Repubblica nella giornata del 28 novembre. 

“L’art. 32 dell’originario provvedimento – spiega – non modificato dalla legge di conversione, prevede, tra l’altro: la riduzione di otto posti di livello dirigenziale generale assegnati ai prefetti nell’ambito degli Uffici centrali del Ministero dell’Interno; la soppressione di ventuno posti di prefetto collocati a disposizione per specifiche esigenze. Il risparmio che deriva da tale soppressione di posti nella carriera prefettizia coprirà la spesa per tagliare i posti di prefetto dei 23 uffici territoriali di governo che erano a rischio soppressione con l’accorpamento ad altre prefetture limitrofe. Era il caso – tra gli altri - della Prefettura di Benevento che, entro il 31 dicembre 2018, era a rischio accorpamento con quella di Avellino. La Uil e la UilPa, a ogni livello, sono state protagoniste di questa vertenza, che per Benevento è di capitale importanza, in quanto – come sempre sostenuto in passato – se spogliata delle istituzioni locali verrebbe a essere cancellata dalla cartina geografica”.

“Avevo promesso che avrei parlato nuovamente di questa importante vicenda solo quando il gatto fosse finito nel sacco", afferma Fioravante Bosco, che poi aggiunge: “E’ stata dura, ma ce l’abbiamo fatta! In buona sostanza si taglieranno i posti di prefetto, lasciando inalterato il numero dei presidi di legalità territoriale. Devo ringraziare la deputazione sannita in Parlamento che mi è stata vicina per arrivare a questo importante risultato, e in particolare il sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia, col parlai della vicenda nello scorso mese di settembre in un convegno della Uil Fpl sulla polizia municipale, svoltosi a Riccione. Nei prossimi giorni tornerò a parlare dei punti positivi e anche di quelli negativi contenuti nel decreto sicurezza, ma per il momento la soddisfazione è tanta per il grande risultato raggiunto”.



Articolo di Sindacati / Commenti