Confintesa. Prudenzano: "Finita la campagna elettorale il Governo ora pensi ai problemi dell’Italia"

18:57:55 1070 stampa questo articolo
Francesco Prudenzano Segretario Generale di ConfintesaFrancesco Prudenzano Segretario Generale di Confintesa

“Finalmente è finita la kermesse elettorale e si può riprendere a parlare dei problemi che affliggono gli italiani, dalla mancanza di lavoro alla pressione fiscale divenuta troppo gravosa per le imprese e le famiglie”. Lo afferma Francesco Prudenzano Segretario Generale di Confintesa.

“Si spera che, passata questa fase elettorale, nel Governo si ricominci ad operare, possibilmente senza litigare, per far fronte alla grave crisi occupazionale che attanaglia il Paese. E’ di questi giorni la notizia che un importante azienda, Mercatone Uno, ha chiuso per fallimento e senza alcun preavviso, i 55 punti vendita sul territorio italiano lasciando in mezzo ad una strada 1800 dipendenti. Di contro dobbiamo registrare anche un dato diffuso da Unioncamere che registra un saldo negativo pari a 21659 imprese, durante il primo trimestre del 2019, tra quelle che hanno iniziato e quelle che hanno cessato l’attività. L’Italia – continua Prudenzano – sta diventando terreno di conquista per i mercati esteri come dimostra anche la proposta di fusione tra FCA e Renault e rischia di aggravare ancor di più la condizione delle famiglie italiane rendendole dipendenti da scelte che vengono prese al di fuori dei nostri confini nazionali. E’ necessario - conclude Prudenzano – che il Governo metta in campo politiche attive del lavoro e riveda il sistema fiscale che possa permetta alle imprese italiane di poter rispondere adeguatamente ad una concorrenza basata sulle delocalizzazioni in territori europei dove il costo del lavoro è notevolmente inferiore a quello italiano”.



Articolo di Commercio / Commenti