Debito Pubblico. Draghi boccia i mini-bot

Venti di crisi soffiano sull'Europa, alimentati dai dazi statunitensi e dal rischio reale di una scomparsa del multilateralismo che ha dominato il dopoguerra.

È quanto sostiene il governatore della BCE Mario Draghi, che a cinque mesi dalla fine del suo mandato ha deciso di lasciare invariati i tassi "almeno fino alla prima metà del 2020". Parlando dell'Italia Dragh i ha detto di attendersi un piano "di medio periodo di riduzione del rapporto debito-Pil", e ha bocciato l'ipotesi avanzata dalla Lega dell'emissione di mini-bot. "O sono valuta parallela e dunque illegali, o sono debito che aggrava lo stock", ha detto.

A spingere il governo di Roma a più miti consigli, se la proposta della Commissione di avviare una procedura per debito eccessivo non dovesse bastare, potrebbero pensarci "i mercati". Moody's, società statunitense privata di rating, ritiene che "un deterioramento della fiducia degli investitori avrebbe come effetto quello di mettere sotto pressione il governo spingedolo a rivedere la propria politica".

Ma per comprendere la questione, non lasciamo suggestionarci dai tecnicismi. Basta un po' di buonsenso e di logica: se la Pubblica Amministrazione ha dei debiti, deve semplicemente pagarli! Nei bilanci della PA dovrebbero essere già stati stanziati i fondi prima di decidere di spenderli. Perché non obbligare semplicemente la PA a pagare celermente i fornitori?

Se invece di seguire questa strada, si è mettessero i cosiddetti mini-bond, significa semplicemente che la PA, per pagare le aziende che forniscono servizi o fanno Lavori Pubblici, fa ricorso al debito. Ergo si farebbe crescere ulteriormente il debito pubblico. E chi lo ripagherà? 


10:49:2 7586 stampa questo articolo


  • Omaggio del Parlamento europeo al suo presidente David Sassoli
  • Pizza: 5 consigli per ottenere a casa un risultato perfetto
  • Giornata mondiale della pizza. Come riconoscere la vera "napoletana"
  • Ira no vax in Italia e in Europa. Ecco dove sabato si è manifestato contro il vaccino
  • Napoli. Un grand canyon di tufo: degrado e abbandono nell'Albergo dei poveri
  • Palermo. Arrestata infermiera: simulava la vaccinazione senza praticarla in cambio di soldi
  • Napoli. Flop protesta: i No vax non riempiono la piazza
  • Covid: nuove restrizioni in Italia. In Francia superati i 90mila contagi
  • Perugia. In macchina per i tamponi: impressionanti le immagini dal drone delle lunghissime file al drive in
  • Covid. Nuovo decreto del Governo: mascherine all'aperto e Super Green Pass per bar e palestre
  • Napoli. "Da docente e da mamma sono contenta dei vaccini in classe"
  • Omicron. Allarme del Centro europeo prevenzione malattie: "La vaccinazione non basta"
  • Le tradizioni di Babbo Natale nei vari paesi del mondo
  • Napoli. A Pompei i robot restauratori del futuro (prossimo)
  • Covid. UE: "Sì al contrasto, ma non si ostacoli la circolazione tra gli stati membri"
  • Napoli. Le lezioni di napoletano di Siani a Diletta Leotta
  • Italia in sciopero contro le scelte di Draghi
  • Nanni Moretti a Napoli per i 30 anni di un cinema di Bagnoli: "Berlusconi al Quirinale, scherziamo?"
  • DOC. Il viaggio del Milite ignoto nei filmati del 1921
  • Tumore al colon. Prevenzione: niente fumo e alcol, più cibi sani e movimento
  • MPS: UniCredit si sfila, il MEF studia soluzioni alternative
  • Maltempo. Sicilia: frane sui binari, danni e allagamenti a Scordia
  • Covid. Il Premio Nobel Parisi riceve la terza dose: "Il vaccino è sicuro, la paura è irrazionale"
  • No Green Pass. In migliaia a Milano : "Trieste chiama noi rispondiamo"