Turismo. Proloco Samnium Benevento: “Nel 2018 accolti 20mila visitatori”

15:17:4 1192 stampa questo articolo
Giuseppe Petito, Presidente Pro Loco SamniumGiuseppe Petito, Presidente Pro Loco Samnium

Già in cantiere Stregarti 2019, il ritorno del Carnevale a Benevento. 

“Si chiude positivamente il 2018 per la Proloco “Samnium” di Benevento. Vorrei tracciare un bilancio dell’anno che sta volgendo al termine. Sotto il profilo della promozione turistica, i numeri parlano chiaro”. Così Giuseppe Petito, presidente Proloco Samnium Benevento che traccia un bilancio del 2018. 

Circa 20.000 sono stati i turisti organizzati e guidati nelle varie tappe cittadine. Nel dettaglio:

• 2.500 turisti accolti per iniziative di viaggi d’istruzione scolastico

• 7.000 turisti accolti con pacchetti turistici in sinergia con agenzie di viaggi esterne

• 2.500 turisti accolti e organizzati per l’evento “Stregarti 2018”, svoltosi nei primi mesi dell’anno.

• 3.000 turisti in città grazie al protocollo d’intesa “Da Castello in Castello” con Apice per il Natale 2018

• 5.000 turisti non organizzati a gruppi , ma contatti singoli.

“Buon riscontro - spiegano dalla Pro Loco - anche per i 25 protocolli d’intesa siglati con Agenzie, Comuni, Enti di promozione del territorio. Lo staff della Proloco Samnium è stato cosi composto per l’accoglienza dei visitatori: 10 Volontari, 2 ragazzi del servizio civile, 5 guide autorizzate. Si ricordano alcuni eventi importanti realizzati, come il Premio “StregArti” nel capoluogo ed il “Festival del Folk” a San Giorgio del Sannio, con il coinvolgimento tra artisti e musicisti di circa 450 persone. All’Infopoint turistico di via Traiano, coperto nei mesi di novembre e dicembre, circa 12.000 telefonate ricevute per informazioni di vario tipo. Per la Pro Loco Samnium significa investire sul turismo, unico settore che è ancora con il segno positivo. Quando le condizioni sociali ed economiche peggiorano, come in questo periodo storico, si innesca un meccanismo collettivo di pessimismo o di depressione di massa; sfiducia e paure sono le più diffuse con il risultato che le poche (ma vere) possibilità di ripartire tardano a concretizzarsi. Ogni singolo individuo, in questo preciso momento della storia della nostra società, può fare qualcosa a vantaggio o a svantaggio della collettività, dipende dalla propria condizione e soprattutto dalla propria volontà. La Pro Loco, costituita da persone, deve però in questo difficile momento investire, seminare per poi raccogliere; bisogna lavorare per un cambiamento che arriverà dopo questa crisi (la parola crisi deriva dal greco e significa “tagliare)”.

“Investire sul turismo vuol dire tante cose. In primis trasformare le nostre iniziative in veri e propri eventi turistici, “intercettare” i flussi del turismo minore, creare pacchetti turistici coinvolgendo i produttori e i ristoratori del territorio, lavorare e programmare insieme, valorizzare le risorse naturali e paesaggistiche, creare condizioni di migliore qualità della vita, e soprattutto coinvolgere i giovani in questo processo di crescita. Ogni investimento che faremo oggi, produrrà un valore aggiunto in futuro. Il nostro slogan è “Cresci Pro Loco per Benevento”: crediamoci e aiutiamoci a vicenda per concretizzarlo. Per anni abbiamo lavorato dietro le quinte, facendolo bene e adesso che potremmo raccogliere arriva la siccità, ma non perdiamoci d’animo: l’albero ormai ha solide radici e i frutti verranno e saranno apprezzati da tutti. Per il futuro punteremo ancor di più sul Turismo, organizzando la manifestazione “Stregarti 2019”, il gran ritorno del Carnevale beneventano e chiuderemo l’anno con gli eventi natalizi. Auguri a tutti”.



Articolo di Turismo / Commenti