Uil, Bosco:"Altri tre incidenti sul lavoro. Bisogna aumentare la sicurezza"

14:25:58 978 stampa questo articolo

Altri tre incidenti mortali sul lavoro si sono verificati nei giorni scorsi in Italia, dopo la morte dell’operaio di 28 anni avvenuta l'altro ieri nel varesotto. Infine ieri mattina, nel porto di Livorno., un operaio 51enne ha perso la vita.

A renderlo noto il sindacato Uil Avellino - Benevento. "L’uomo, originario di Torre del Greco (Napoli), si trovava su una nave della compagnia Moby attraccata alla calata Carrara. Gli altri due incidenti mortali sul lavoro di oggi sono avvenuti in Piemonte, a Savigliano (Cuneo) nell’ex complesso industriale “Origlia”, dove è deceduto un operaio 44enne, e in Sardegna, a Sestu (Cagliari), dove un 65enne è stato travolto e ucciso da un furgone mentre era al lavoro in un terreno agricolo.

Insomma, tre infortuni mortali sul lavoro, in tre località diverse, rendono drammatica questa giornata. Come Uil ci stringiamo al fianco delle famiglie delle vittime, alle quali esprimiamo il nostro sincero cordoglio.

“Questa sorta di bollettino di guerra quotidiano – dichiara Fioravante Bosco (sindacato Uil) - è divenuto ormai inaccettabile: bisogna fare di tutto per aumentare la sicurezza sul lavoro. Servono più partecipazione e prevenzione, ma anche controlli serrati e pene più severe nel caso di reiterazione dei reati. Insomma – conclude il sindacalista -, bisogna puntare su una politica della sicurezza con il coinvolgimento di Aziende, Istituzioni e sindacati”.



Articolo di Sindacati / Commenti