Convegno Ordine degli Ingegneri all'Unisannio: "I Servizi di Ingegneria e Architettura dopo il DL Sblocca Cantieri"

15:47:36 1106 stampa questo articolo
IngegneriaIngegneria

L’Ordine degli Ingegneri della provincia di Benevento con il patrocinio del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, della Provincia di Benevento e dell’Università degli Studi del Sannio, organizza per martedì 25 giugno, dalle ore 15, presso l’Aula Magna SEA dell’Unisannio – via delle Puglie 76 Benevento- il seminario: “I Servizi di Ingegneria e Architettura dopo la conversione in legge del DL Sblocca Cantieri”.

“L’obiettivo del seminario– spiega il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Benevento, Giacomo Pucillo – è mettere a sistema enti locali e professionisti affinché si ridefinisca la filiera per la realizzazione delle opere pubbliche, partendo proprio dalla Pubblica Amministrazione, sia come organo finanziatore che come ente locale che commissionerà l’opera, ma con al centro la progettazione dell’opera, fondamentale per una corretta esecuzione dei lavori. Tutto ciò, tenendo in considerazione l’opportunità della revisione del codice degli appalti, in modo da consentire il finanziamento di un'opera sullo studio di fattibilità e appaltare i servizi di ingegneria seguenti fino al progetto esecutivo solo ad avvenuto finanziamento dell’intervento. Si rende, inoltre, necessario rivedere il sistema dell'Offerta Economicamente più Vantaggiosa ed eliminare l'appalto integrato o almeno limitarlo solo ad opere particolari.

Un incontro che si articolerà su diversi momenti volti alla valutazione, all’analisi e al dibattito relativo al recupero della centralità e della qualità della progettazione, sulle modifiche del codice degli appalti, sulle criticità in essere nel rapporto tra libere professioni e pubblica amministrazione. E ancora, la centralità del progetto, le competenze interdisciplinari ed il corrispettivo alla base della realizzazione di una buona opera. Un seminario che metterà a confronto le professioni che erogano servizi di ingegneria e architettura anche sulle nuove norme sui corrispettivi e sulla prevenzione dei ribassi anomali dei corrispettivi delle prestazioni
professionali.

Presenti i rappresentanti dei vari Ordini e Collegi delle professioni tecniche sempre più proiettate verso la sinergia, la condivisione di iniziative e intenti, il raccordo tra le diverse competenze di settore.

A rappresentarle martedì 25 giugno saranno Giacomo Pucillo, Ordine degli Ingegneri della provincia di Benevento; Vincenzo Zigarella e Francesco Monaco, Ordine degli Ingegneri della provincia di Avellino; Saverio Parrella, Ordine degli Architetti della provincia di Benevento;
Walter Nardone, Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali; Sabatino Ciarcia, Ordine dei Geologi della Campania; Giampaolo Biele, Collegio Geometri e Geometri Laureati della provincia di Benevento; Mario Grimaldi, Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali laureati della provincia di Benevento; Cristiano Fontanarosa, Collegio dei Periti Agrari e periti agrari laureati e Carmine Agostinelli, Collegio degli Agrotecnici ed agrotecnici laureati.

Presente anche l’ANCE Benevento con Mario Ferraro, Federarchitetti con il Presidente Nazionale Nazzareno Iarrusso, Ing. Giovanni Kisslinger - Membro della Giunta Esecutiva e Rappresentante Regionale per la Campania dell’OICE – Associazione delle Organizzazioni di Ingegneria di Architettura e di Consulenza tecnica Economica; e rappresentanti degli enti locali della provincia di Benevento e Avellino, delle Comunità Montane, dell’Ente Parco Taburno Camposauro e dell’Autorità di Bacino distrettuale meridionale.

Dopo la registrazione dei partecipanti e i saluti di Filippo De Rossi, Magnifico Rettore Università del Sannio, Antonio Di Maria, Presidente della Provincia di Benevento e di Armando Zambrano, Coordinatore Nazionale Rete Professioni Tecniche, sarà il componente del Gruppo di Lavoro Servizi d’Ingegneria e Architettura del CNI, Nicola Zotti, a introdurre i lavori partendo proprio dalle criticità ancora esistenti nell’ambito dei servizi delle professioni tecniche.

L’ingegnere Nicola Zotti anticipa i temi del suo intervento che sarà incentrato sulle criticità in essere nel settore: “L’attuale sistema di accesso ai finanziamenti che vincola la Pubblica Amministrazione di dotarsi di progetti esecutivi in assenza di risorse finanziarie dedicate, annulla la quasi totalità della progettazione che potrebbero svolgere i liberi professionisti, obbligando le stesse Amministrazioni ad “acrobazie tecnico - amministrative“ che spesso rasentano la legalità. L’attività principale della Pubblica Amministrazione, ed in particolare degli Enti locali, relativamente al settore dei LL.PP. dovrebbe essere prevalentemente quella di programmazione e di alta sorveglianza, limitando l’attività di progettazione alla fase manutentiva che, notoriamente, è trascurata come quotidianamente rappresentato dai fatti di cronaca. E’ inoltre necessario evidenziare come attualmente gli avvisi di finanziamento delle opere pubbliche prevedono tempistiche di presentazione delle progettazioni assolutamente incompatibili con i normali tempi di redazione di un progetto definitivo/esecutivo e con le procedure per l’affidamento del servizio a professionisti esterni”.

Per raggiungere tali obiettivi è dunque necessario proseguire sulla strada del lavoro in team e della condivisione di intenti tra vari Ordini e Collegi delle professioni tecniche. Concetto ribadito da Walter Nardone, Presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali e da Giampaolo Biele, Presidente del Collegio Geometri e Geometri Laureati della provincia di Benevento: “Riteniamo che il lavoro dei professionisti debba essere sempre più sinergico in futuro – spiega Nardone – per favorire una progettazione che miri ad uno sviluppo sostenibile e attenta alle problematiche ambientali. In questo ambito il nostro Ordine crede di dover essere parte sempre più attiva all’interno della Rete”.

“E’ necessario mettere in campo le varie competenze ed esperienze in un’ottica di valida e proficua collaborazione – rimarca Biele. Solo in questo modo la professionalità dei geometri potrà avere un peso e un’importanza all’interno della filiera progettuale ed esecutiva di un’opera”.

Programma dei lavori

15.00 - Registrazione partecipanti
15.30 – Saluti
Filippo De Rossi Magnifico Rettore Università del Sannio
Antonio Di Maria Presidente Provincia di Benevento
Armando Zambrano Coordinatore Nazionale Rete Professioni Tecniche

16.00 - Introduzione Lavori SIA – Criticità
Nicola Zotti Componente Gruppo di Lavoro Servizi d’Ingegneria ed Architettura del CNI

16.30 - Arbitraggio e corrispettivi professionali
Antonella Tartaglia Polcini - Professore Ordinario Dipartimento di Diritto, Economia, Management e Metodi quantitativi (D.E.M.M.) Università degli Studi del Sannio

17.30 - Michele Lapenna – Cons. Tesoriere CNI – Deleg. ai Lavori Pubblici e SIA 



Articolo di Incontri e convegni / Commenti