Ex ufficio poste di S.Giorgio del Sannio. Carpentieri: 'C'è pericolo amianto'

18:20:10 3070 stampa questo articolo

Rosanna Carpentieri, coordinatrice del Comitato sangiorgese “Cittadini per la Trasparenza e la Democrazia”, ha avanzato un’istanza di accesso agli atti al sindaco e ai tecnici comunali di San Giorgio del Sannio, relativamente ad un presunto “pericolo di dispersione di microfibrille di amianto” a seguito della demolizione, avviata lo scorso 22 settembre, dell’ex ufficio postale di via De Gasperi. La comunicazione è stata inoltrata, per conoscenza, anche al Prefetto di Benevento, Michele Mazza e alla dottoressa Elvira Nuzzolo.
L’associazione chiede l’intervento “immediato” dell’Ufficio governativo e della Magistratura, ipotizzando che si possano verificare “danni alla salute”.
Secondo la Carpentieri, il cantiere non sarebbe stato dotato di tutti i sistemi di sicurezza previsti dalla legge e la pericolosità del manufatto sarebbe stato già attestato dalla locale caserma dei Carabinieri, attraverso la sospensione dei lavori, e dall’Arpac, la cui documentazione descrive una impossibilità di “escludere la presenza della fibra minerale, in particolare nelle tubature e nella pensilina”. Rosanna Carpentieri, infine, chiede ai suoi interlocutori per quale motivo il pericolo sia stato segnalato solo successivamente dagli organi preposti e perché “oggi 27 settembre, giorno di mercato cittadino a San Giorgio del Sannio, non ci risulta che via Alcide De Gasperi sia stata interdetta al mercato, ai venditori e al pubblico nonostante ad un metro dal marciapiede insista l'edificio sventrato interessato dall’asbesto”.



Articolo di / Commenti