Falso in atto pubblico, indagati quattro consiglieri regionali e De Luca

13:6:25 4024 stampa questo articolo
Vincenzo De Luca, governatore della Regione CampaniaVincenzo De Luca, governatore della Regione Campania

Nuova bufera giudiziaria sul governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, raggiunto da un avviso di garanzia nelle scorse ore.

I fatti risalgono a quando Vincenzo De Luca, oggi presidente della Regione Campania, era sindaco di Salerno. L’accusa è quella di “falso in atto pubblico”, e nello specifico si riferisce alla realizzazione di Piazza della Libertà a pochi passi dal mare.

Non è il solo indagato però Vincenzo De Luca, sotto la lente d’ingrandimento della Procura salernitana sono finiti anche l’allora vicesindaco Eva Avossa, Alfonso Buonaiuto oggi capo della segreteria tecnica del governatore, Luca Cascone attualmente consigliere regionale insieme a Vincenzo Maraio Francesco Picarone e Aniello Fiore, Domenico De Maio, Augusto De Pascale, Ermanno Guerra, Gerardo Calabrese. Gli indagati in totale sono 26.

Tutto parte nel 2011, ovvero, dal momento in cui il ‘Comitato No Crescent’ invia un esposto in Procura per la costruzione di una pizza – quella della Libertà, in luogo in cui scorre un torrente: il Fusandola. Le indagini dei magistrati Cantarella e Valenti si sono soffermate su due delibere, che prevedevano dei lavori ulteriori, perché sotto la costruenda piazza vi era dell’acqua. 



Articolo di Salerno / Commenti