Festival Bct, un tocco di internazionalità con la presenza di Liam Cunningham

23:19:29 2218 stampa questo articolo

L’attore Liam Cunningham è l'ospite maggiormente atteso della quarta serata del Festival Bct. Cunningham sbarca nel sannio per presentare in anteprima nazionale le prime due puntate della serie The Hot Zone, visibile su National Geographic.

“E’ una serie che parla dell’Ebola, un virus pericolosissimo. L’intenzione è portare a conoscenza di tante persone dell’esistenza di questa malattia e fare in modo di riuscire a curarle. Si tratta di una serie con degli attori meravigliosi”.

Liam è affascinato da tante attrici italiane ma, in particolare, con una  vorrebbe lavorare. “Ci sono tante attrici con le quali mi piacerebbe collaborare: Sophia Loren, Gina Lollobrigida, Claudia Cardinale, ma sono innamorato di Monica Bellucci. Ho vergogna di avvicinarmi perché il mio viso arrossirebbe. E’ fantastica”. Queste le dichiarazioni del protagonista della serie Il trono di spade nel ruolo di Ser Davos.

Lo chef Rubio, invece, annuncia l’uscita di un nuovo programma incentrato su un viaggio che porterà ad incontri tra varie culture. Poi, non manca una stoccata alla politica italiana: “Invece di chiudere i porti dovremmo aprirli – afferma lo chef di Frascati – grazie agli stranieri abbiamo ingredienti che provengono da altre parti del mondo e sono entrati a far parte del Made in Italy. Bisogna decidere se gli stranieri ci fanno comodo sempre o mai”.

A completare la passerella Margerita Buy e Marianna Fontana. Domani, invece, per la quinta serata, c'è  molta attesa per l’arrivo dell’attrice Claudia Gerini.



Articolo di Cinema / Commenti