Festival Cinema Roma: Nel cartellone anche 'Black Star' con l'attore beneventano Tomaciello

19:43:44 2918 stampa questo articolo

NOSTRO SERVIZIO - C'è anche un attore beneventano presente in uno dei film in cartellone alla settima edizione del Festival Internazionale del film di Roma che si terrà dal 9 al 17 novembre all'Auditorium Parco della Musica di Roma. Nel sontuoso complesso realizzato da Renzo Piano infatti, è in programma fuori concorso il film "Black Star", un dramma a sfondo sportivo, opera prima di Francesco Castellani, ispirata al documentario "Liberi Nantes Football Club" realizzato dallo stesso Castellani nel 2009. Nel cast c'è Maurizio Tomaciello, attore salito alla ribalta anche a Benevento per aver interpretato nelle tre rievocazioni storiche di "Benevento Longobarda", il ruolo di Arechi II. Nel film, l'attore sannita interpreta Daspo, un tifoso facinoroso che è contro l'occupazione del campo da parte dei giocatori di calcio dei "liberi nantes football club". La storia infatti parla di quattro amici italiani trentenni che gestiscono una squadra di calcio di rifugiati politici. Quando in pieno Agosto ottengono in gestione un vecchio campo di calcio abbandonato nel quartiere Pietralata a Roma, si trovano a sostenere l’opposizione di un gruppo di abitanti che fondano un Comitato di Quartiere e rivendicano l’uso del campo. Un abile avvocato ottiene un’ordinanza di sgombero del campo e, pur di non rinunciare al proprio sogno, i ragazzi della squadra reagiscono barricandosi all’interno del campo per quattro giorni, fino ad un imprevedibile epilogo durante la notte di San Lorenzo, la notte delle stelle cadenti. Black Star racconta una storia di relazioni umane in bilico tra commedia e tensione che ha come sfondo una disputa di quartiere per la gestione di un campo di calcio: una vera e propria “guerra tra poveri”, che è anche una scoperta dell’Altro. Il film è lo sviluppo del documentario Liberi Nantes Football Club, firmato dallo stesso Castellani, sul campionato di calcio di terza categoria disputato a Roma nella stagione 2008/2009 dalla prima squadra interamente composta da rifugiati politici e richiedenti asilo. Il documentario racconta storie di vita e di migrazione, di integrazione e scambio tra un appassionato gruppo di italiani, fondatori della squadra, e i ragazzi calciatori provenienti dall’Africa, dall’Afghanistan, dal Sudamerica e dall’Asia, uniti da un sogno di libertà e diritti civili da conquistare. Il film sarà proiettato il 17 novembre, l’ultimo giorno di programmazione del festival.



Articolo di / Commenti