Guardia Sanframondi. Nella ‘Casa di Bacco’ premi ad arte, giornalismo e associazionismo

10:51:39 4250 stampa questo articolo

“E' stato amore a prima vista, un amore travolgente per l'Arte e per Bacco che ha segnato il successo della prima edizione del Premio Internazionale Bacco”. E' cosi che Amedeo Ceniccola, presidente dell'associazione “SannioCuore”, promotrice del Premio, ha esordito nel discorso di apertura della cerimonia di premiazione tenutasi domenica 14 settembre nella Casa di Bacco di Guardia Sanframondi. “Non tutti credevano nel matrimonio tra Arte e Vino, eppure con questa prima edizione abbiamo dimostrato che il legame è forte e coinvolgente” - ha spiegato Ceniccola, annunciando già per certa la seconda edizione che si svolgerà a marzo prossimo. Alla premiazione hanno partecipato il sindaco Floriano Panza, il giornalista enogastronomico Luciano Pignataro che ha espresso compiacimento per il Museo del Vino e per l'idea-progetto rappresentata dalla Casa di Bacco intesa come una Casa-Museo dove poter dare accoglienza a tutti gli artisti amanti del nettare di Bacco. Un premio speciale è stato conferito a Pietro Iadanza, presidente dell'associazione nazionale “Città del Vino” ed a Luciano Pignataro per il costante impegno profuso nella diffusione della cultura enologica .
Gli artisti che hanno ricevuto il Premio Bacco sono Luca Campus, Giuseppe Capasso, Giovanni Colaneri, Fabio Della Ratta, Anna Amelia Del Vecchio, Giacobbe Falato, Roberta Garzillo, Giuliana Iannotti, Mario Lanzione, Pietro Marcuccio, Mario Mascia, Thomas Neale, Paola Paesano, Ernesto Pengue, Angelo Pescatore, Maurizio Petraccaro, Raffaela Petrazzuoli, Antonio Presutti, Stefano Presutti, Antonio Santoro, Aniello Saravo, Tommaso Somma e Vincenzo Vallone.



Articolo di Arti Figurative / Commenti