Il Benevento supera l’Andria: due prodezze di Clemente. Vincono Nocerina e Atletico Roma

16:46:5 3166 stampa questo articolo

Nostro servizio - Il Benevento ancora nel segno di Giampiero Clemente: dopo il gol della vittoria nel derby con la Cavese, il capitano giallorosso ha deciso anche la sfida con l’Andria con una splendida doppietta nel secondo tempo (VAI ALLA FOTOGALLERY). Seconda vittoria consecutiva interna per i sanniti che restano al secondo posto in classifica a un punto dalla Nocerina che, a sua volta, ha battuto 3-1 il Foggia.

La cronaca
Cuttone ha scelto Vacca e Pacciardi nella zona nevralgica del campo, con D’Anna e Zito sulle fasce. In difesa, davanti ad Aldegani, Formiconi a destra, Palermo a sinistra, Siniscalchi e Signorini al centro. In attacco, Evacuo e Clemente. Fuori gioco gli infortunati Grauso, Pedrelli e Viola, Landaida squalificato. L’Andria dell’ex allenatore giallorosso Aldo Papagni si è presentata con l’annunciato 4-2-3-1. Chiaretti punta centrale con Lacarra, Del Core e Doumbia molto mobili in fase offensiva.

Partita molto tattica fin dall’avvio, poche le occasioni da rete nella prima frazione. Al 5’ tiro di Lacarra, palla di poco a lato. Le due difese hanno preso bene le misure ai rispettivi attacchi e le squadre si sono fronteggiate per lo più a centrocampo. Il Benevento è riuscito raramente a sfondare sulle fasce. Al 12’, cross di Palermo, colpo di testa a lato di Evacuo. Poco da segnalare, come detto: al 33’ calcio di dalla trequarti di Paolucci, la palla ha attraversato tutta l’area, pericolosamente, finendo a lato di poco. Due minuti dopo calcio piazzato di Clemente, Spadavecchia è riuscito a liberare.

La gara si è accesa nei minuti finali: ci ha provato Zito con due tiri dal limite, in entrambi i casi è stato bravo Spadavecchia ad opporsi. Poi, al 45’, proteste dell’Andria: su due conclusioni consecutive di Chiaretti, in area di rigore, si sono opposti prima Signorini e poi D’Anna, quindi la sfera è terminata sui piedi di Lacarra che, da ottima posizione, ha messo a lato. I pugliesi hanno protestato, chiedendo il fallo di mano sulle respinte sia di Signorini che di D’Anna.

Nella ripresa Clemente ha sbloccato subito il risultato con un gol dei suoi: si è liberato al limite dell’area (55’) e ha lasciato partire un preciso diagonale che si è infilato a fil di palo, alla destra di Spadavecchia. Ha provato a rispondere subito Del Core, ma il tuo tiro è stato facile preda di Aldegani. Al 60’ il Benevento ha avuto la chance del raddoppio: Pintori, subentrato a D’Anna, ha sbagliato la conclusione in contropiede, mentre Zito reclamava palla, solo al centro dell’area.

Al 76’ la seconda prodezza di giornata di Clemente che si è guadagnato un calcio di punizione al limite dell’area e ha battuto Spadavecchia con un’esecuzione impeccabile: palla sotto l’incrocio dei pali per il 2-0.

Gara in discesa per il Benevento che ha cercato di controllare il risultato nei minuti finali. L’Andria ha provato il forcing e, dopo un tiro pericoloso respinto in scivolata da Formiconi, si è vista annullare un gol per fuorigioco di Del Core, dopo un’incertezza di Aldegani. Il Benevento, dal canto suo, ha sfiorato il tris prima con Pintori, il cui tiro è stato respinto da Spadavecchia e poi con Evacuo che messo alto da buona posizione. Nei minuti di recupero, altro gol annullato per fuorigioco dell’attaccante dell’Andria Cavalli.

Tutto invariato nella parte alta della classifica, con le prime tre della classe (Nocerina, Benevento e Atletico Roma) che hanno portato a casa i tre punti. Domenica prossima, per il Benevento, impegnativa trasferta sul campo del Foggia di Zeman
R.R.
Tabellino
Benevento (4-4-2): Aldegani; Formiconi, Siniscalchi, Signorini, Palermo; D’Anna (53’ Pintori), Pacciardi, Vacca, Zito; Evacuo, Clemente (83’ Germinale).
A disp.: Baican, Zullo, Bianco, La Camera, Joelson.
All.: Cuttone
Andria (4-2-3-1): Spadavecchia; Fazio, Ceppitelli, Sibilano, Di Simone; Moro (79’ Carretta), Paolucci; Lacarra (71’ Berretti) Del Core, Doumbia (60’ Cavalli); Chiaretti.
A disp.: Locatelli, Thackray, Pierotti, Anaclerio.
All.: Papagni
Arbitro: Caso di Verona
Assistenti: Atta Mostafa di Roma e Fazio di Messina
Reti: 55’ e 76’Clemente
Note: spettatori paganti 2770 (circa 150 tifosi dell'Andria)
Ammoniti: Di Simone, Chiaretti, Moro, Lacarra, Del Core, Palermo
Angoli: Benevento 6 , Andria 8
Recupero: pt 1’, st 3’



Articolo di / Commenti