Il Pastifico Rummo organizza il secondo Concorso di Cucina Calda in ricordo di Giulio Bartolo Gallo

18:52:8 2792 stampa questo articolo

Il pastificio Rummo sostiene L’Associazione Provinciale Cuochi Benevento che nel ricordare la figura di Giulio Bartolo Gallo, promotore e sostenitore del sodalizio sannita dei cuochi professionisti,e  organizza il secondo Concorso di Cucina Calda. I vincitori riceveranno una fornitura di pasta Rummo Lenta Lavorazione®, l’unica pasta approvata dalla F.I.C. Federazione Italiana Cuochi.
La seconda edizione del concorso si tiene domani martedi 27 novembre nel ristorante “Al Borgo degli Angeli” in contrada Montebello a San Nicola Manfredi (BN). Alla gara partecipano 15 coppie di concorrenti, formate da un cuoco professionista affiancato da un allievo, che hanno a disposizione 90 minuti per elaborare la ricetta. Il fine della competizione è dare la possibilità ad entrambi di mettere in mostra l’esperienza acquisita attraverso l’elaborazione di nuovi piatti che utilizzino carni tipiche del Sannio beneventano. Tema dell’edizione: la carne di coniglio alla base anche dei sughi ideati per i primi piatti a base di pasta Rummo Lenta Lavorazione® della cena di gala che conclude l’evento preparata con prodotti tipici del Sannio dagli chef dell’Associazione Cuochi di Benevento Felice Vernacchio, Rocco Festa, Lorenzo Scinto e Michele Trotta.
Tra gli ospiti Paolo Caldana Presidente Nazionale FIC, Alessandro Circiello Presidente Unione Reg. Cuochi Lazio e chef Rai e il Dott. Nicola Caracciolo, discendente di San Francesco Caracciolo, Santo Patrono dei cuochi.
La giuria del concorso è composta da cinque giudici FIC:Maestro di cucina Michele D’Agostino responsabile Ateneo della Cucina Italiana (Presidente di Giuria), Luigi Iannella Executive Chef FIC, Ljubica Komleni Team Coach Cucina Calda NIC Junior, Roberto Rosati Coordinatore Nazionale Nucleo Emergenza FIC, Vito Semeraro Executive chef NIC (Nazionale Italiana Cuochi).
"Sostenere il ricordo di Giulio Bartolo Gallo - scrive la società - rafforza il legame con il territorio che è un valore importante per RUMMO, un’azienda che da 165 anni si dedica alla produzione di pasta con un metodo di lavorazione antico ed esclusivo, nel rispetto dell’uomo e della natura, come attesta anche l’aver avviato, unico pastificio in Italia, un impianto di trigenerazione che ha abbattuto di oltre il 30% le emissioni di CO2. Infatti, la riduzione dell’impatto ambientale e la pianificazione di uno sviluppo sostenibile rappresentano i principali obiettivi in cui si concretizzano i valori di “responsabilità sociale” di un’azienda radicata nel territorio e che vive del proprio territorio".



Articolo di / Commenti