Il recupero dell'Abbazia dei Morticelli affidato al Fai di Benevento - VIDEO

12:12:37 4310 stampa questo articolo

Per i prossimi dieci anni sarà la delegazione di Benevento del Fai, Fondo Ambiente Italiano, a curare la salvaguardia e la valorizzazione del complesso dell’Abbazia di San Lupo, detta dei Morticelli, al Rione Triggio di Benevento, nei pressi del Teatro Romano (GUARDA IL VIDEO).

E’ quanto stabilisce un contratto di comodato, firmato questa mattina presso la Sala Capitolare della Cattedrale di Benevento dal Capitolo Metropolitano, proprietario del bene e dai rappresentanti del Fai. Il bene in questione è costituito dai resti di una antica abbazia benedettina medievale con relativo giardino, che da decenni versa in uno stato di degrado e di abbandono che la rendono inaccessibile al pubblico.

L’abbazia è un luogo ancora vivo nel ricordo della cittadinanza, perché dal Seicento fu adibita a cimitero dei bambini, fino alla sua parziale distruzione avvenuta in seguito ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Ancor oggi durante il periodo della commemorazione dei defunti e in altri momenti dell’anno, sotto la scalinata esterna che conduce al vano superiore, si accendono lumi in memoria degli infanti sepolti.

Il progetto proposto dal Fai prevede la realizzazione di un Herbulario - orto medievale e luogo di incontro - che possa rappresentare per la delegazione una ulteriore occasione per rafforzare la propria presenza e visibilità in città. Nel bene, una volta reso fruibile, verranno organizzati eventi che avranno lo scopo di raccogliere i fondi necessari per la completa rimozione dei rifiuti e la pulizia, ed iniziative di conoscenza e intrattenimento. In questa fase propedeutica alla presa in carico del bene, si sono già messe in campo alcune iniziative. In collaborazione con l’Asia e con il contributo del Rotary Club di Benevento si è proceduto ad un primo intervento di pulizia e smaltimento dei rifiuti e del materiale ingombrante. Per l’immediato futuro, si prevede inoltre una sinergia con il Rotaract Club di Benevento, che in una propria pubblicazione ha individuato il bene come destinatario di indispensabili interventi di recupero.

Hanno presenziato alla alla cerimonia di firma: mons. Pompilio Cristino, vicario generale dell’Arcidiocesi di Benevento, mons. Pasquale Fusco, presidente del Capitolo metropolitano; mons. Mario Iadanza, direttore dell’Ufficio diocesano per la cultura; mons. Laureato Maio, direttore della Biblioteca Capitolare, mons. Abramo Martignetti, parroco di S. Maria della Verità; Francesca Ocone e Domenico Zerella, rispettivamente capodelegazione e vicecapodelegazione Fai di Benevento.



Articolo di / Commenti