Il tour con Pepe nella "citta' che ami" e le nuove opere pubbliche

13:1:59 3090 stampa questo articolo
Piu Europa Piu Europa

Ieri la passeggita tra sindaco e stampa in quelle opere svolte durante l’amministrazione Pepe e che a breve saranno riconsegnate alla città.

Colonia Elioterapica, Spina Verde, Complesso di San Vittorino e Ponte Vanvitelli. Queste le quattro tappe del tour organizzato ieri dal primo cittadino di Benevento Fausto Pepe. Quattro tappe per mostrare come i fondi del Più Europa - circa 86 milioni di euro - sono stati utilizzati in città e per capire quando saranno terminate, “30 o 40 giorni” al massimo stand alle parole del sindaco.

Ha il volto fiero Fausto Pepe mentre accompagna la stampa nel tour che ha chiamato “La città che ami” e durante la visita non ha risparmiato qualche parola avversa ai due candidati delle primarie PD che da qui a qualche decideranno chi guiderà la corsa della coalizione verso Palazzo Mosti, “dovrebbero essere fieri di quanto di quanto fatto”.

Lo ridadisce, il primo cittadino che “questo non è uno spot elettorale, ma quello che abbiamo realizzato grazie ai fondi europei”. Il tour comincia dal Complesso di San Vittorino, completamente recuperato e dove al suo interno è stato ricavato un auditorium da 149 posti candidato ad essere uno dei punti culturali del capoluogo.

Entro metà aprile invece, probabilmente il 15, sarà usufruibile anche la Spina Verde, al Rione Libertà. Un parco che riqualifica la zona popolare tra l’Addolorata e Piazza San Modesto, con la mediateca, auditorium, pista cilcabile, fontane ed impianti sportivi, ma anche giochi per bambini.

 

 



Inoltre, il Ponte Vanvitelli e la passeggiata sul Calore con marciapiedi e fondo stradale rimesso a nuovo così come l’illuminazione e sempre in via Grimoaldo Re, la Colonia elioterapica con centro polifunzionale, area verde. Lavori dunque che per il sindaco hanno anche un grande valore culturale, insomma non solo riqualificazione di alcune aree cittadine ma anche nuove opportunità e spazi di aggregazione e socializzazione. 



Articolo di Pianificazioni e urbanistica / Commenti