Impianti termici fuori uso: protestano gli studenti. Ricevuti da Di Maria - FOTO

13:4:38 586 stampa questo articolo
Studenti alla RoccaStudenti alla Rocca

Il presidente della Provincia ha ascoltato i giovani e rassicurato loro rispetto alle preoccupazioni. 

Mattinata di protesta per gli studenti di alcuni Istituti Superiori del capoluogo per il mancato funzionamento degli impianti termici e per altre criticità strutturali che si presentano nei diversi plessi come ad esempio gli infissi danneggiati. Gli studenti del Liceo Scientifico “Rummo”, dell'Istituto Professionale Alberghiero “Le Streghe”, dell’Istituto Tecnico per Geometri “Galilei” e dell'Istituto Industriale “G. B. Lucarelli” sono stati poi ricevuti da Antonio Di Maria, presidente della Provincia di Benevento.

Nelle scorse ore era giunta anche una lettera a firma di Samuel Fusco che indirizzava la missiva proprio al massimo esponente della Rocca dei Rettori: "E' possibile - scrive - che dobbiamo affrontare le giornate in queste condizioni? Io e i miei amici avvertiamo la necessità di lavorare in un luogo quantomeno confortevole e al caldo. Anzi lo pretediamo! Perché i nostri genitori e non solo loro, pagano fin troppe tasse e abbiamo diritto di stare nelle classi con i riscaldamenti accesi e in sicurezza con gli infissi".

Il presidente Di Maria ha ascoltato i ragazzi che presentavano un lungo elenco di doglianze e, con l’ausilio dei Responsabili di Servizio ingegneri Michelantonio Panarese e Angelo D'Angelo, ha fornito una serie di rassicurazioni circa alcuni lavori di ripristino o di ristrutturazione per riavviare alcune sezioni di impianti termici, per ripararne altre, per la ristrutturazione di Aule nei diversi Istituti. Alcuni di questi lavori sono già stati avviati questa mattina o al più tardi nel pomeriggio di oggi. Particolare rilievo, però, assume l’affermazione del Presidente e dei tecnici della Provincia circa la totale mancanza di amianto presso l’Industriale “Lucarelli”: rispetto ad un rilievo in tal senso mosso da uno degli studenti presenti all’incontro, è stato ribadito che risale a ben nove anni or sono l’intervento di rimozione radicale di amianto eseguito da una Ditta specializzata su incarico della Provincia.

Il presidente Di Maria ha infine illustrato brevemente la strategia che si intende perseguire per dare corso ai finanziamenti concessi alla Provincia nei mesi scorsi per l’edilizia scolastica: occorre infatti contemperare le esigenze del normale svolgimento dell’Anno scolastico con quelle della regolare esecuzione dei lavori.



Articolo di Attualità / Commenti