Incidenti stradali inisistenti, scoperta truffa di 2 milioni di euro

Scoperta una socità di assicurazioni operante nel capoluogo campano che truffava ripetutatemente il Fondo Nazionale Vittime della Strada attraverso la messa in scena di falsi incidenti stradali. La Guardia di Finanza di Caserta, Sezione Operativa, ha sequestarto alla società beni per un importo di quasi 2milioni di euro.

Un'associazione a delinquere, operante all'interno della Società Firs Italiana di Assicurazioni s.p.a.,  era stata costituita al fine di commettere numerose truffe ai danni del Fondo Nazionale Vittime della Strada. E' quanto emerso dall'indagine condotte dalla Procura della Repubblica di Napoli, Sezione reati contro la Pubblica Amministrazione.

L'associazione mediante la produzione di false denunce di sinistri, di falsa documentazione medica, di false consulenze medico legali, ha indotto la Consap S.p.A., amministratrice del Fondo Nazionale per le Vittime della Strada, a corrispondere ingenti somme di denaro, a titolo di risarcimento danni, per sinistri stradali inesistenti.

Tra le persone coinvolte risulta esserci Mario Lanfredi, già assistente tecnico della Firs Italiana in liquidazione coatta amministrativa, Andrea Lanfredi, figlio di Mario, già consulente per la Firs Italiana con incarico di procedere alla valutazione, trattazione liquidazione dei danni riguardanti i sinistri della Firs nonché rappresentante legale della "SLETA S.a.s. di Lanfredi Andrea e Iacovone Domenico", esercente l'attività di altri servizi alle imprese, Domenico Iacovone, titolare dell'omonima ditta individuale esercente l'attività di "periti e liquidatori indipendenti delle assicurazioni" con sede a San Nicola la Strada e Ferdinando Foschini, avvocato apparso in alcuni casi come legale dei presunti danneggiati richiedenti il risarcimento per sinistri stradali mai avvenuti, nonché socio di Andrea Lanfredi  e Domenico Iacovone.

Coinvolti anche diverse persone che di volta in volta hanno prestato le proprie generalità affinché a loro nome venissero intestate le false pratiche di risarcimento (e che normalmente hanno percepito solo una minima parte della somma liquidata),  i patrocinatori dei falsi danneggiati, in favore dei quali venivano liquidate parcelle per importi considerevoli, Samuele Piraino, consulente liquidatore della Firs Italiana, e Gian Marco Bastianetto , assistente tecnico della Firs Italiana. Quest'ultimi provvedevano alla quantificazione del risarcimento a favore dei danneggiati/beneficiari omettendo ogni verifica sulla veridicità della documentazione relativa al sinistro e, in particolare delle cartelle cliniche e dei referti ambulatoriali e diagnostici, e ciò sebbene si trattasse di documentazione in copia fotostatica che, secondo le indicazioni della Consap, non poteva essere utilizzata per procedere alla liquidazione di risarcimenti per importi superiori ad 80.000 mila euro. 

Gli inquirenti ad momento hanno accertato la falsità di 20 sinistri per i quali sono state liquidati importi da un minimo di 38mila euro ad un massimo di 320mila euro per l' importo complessivo di  1.972.360,48 euro, ovvero la somma oggetto del decreto di sequestro. 


12:40:36 7493 stampa questo articolo


  • Meteo. Le previsioni meteorologiche di oggi 25 aprile
  • Via Crucis per pace in Ucraina. Polemiche per la scelta di Papa Francesco
  • Agricoltura. Perché la guerra in Ucraina ha gravi conseguenze sulla produzione agricola mondiale
  • Venezia. Ad "Homo Faber" in mostra i mestieri e le creazioni dell'artigianato
  • Verona. Si conclude "Vinitaly", tornata in presenza: numeri da record per il vino italiano
  • Giornata internazionale dei Baci
  • Dove si butta? Dallo scontrino al cartone della pizza: 5 errori da evitare
  • Napoli. Cosa resta del Parco dello sport di Bagnoli costato 37 milioni: rovi, ruderi e rifiuti
  • Sorpresa amara, le uova di cioccolato Kinder ritirate in Europa. Salvo il mercato italiano
  • Guerra in Ucraina. Da Kiev a Roma: la storia di Alisa, talento della danza classica
  • Internet. Cos'è un attacco informatico?
  • Come spiegare la guerra ai bambini
  • Ucraina. Nuova condanna del Papa della guerra 'bestiale e sacrilega'
  • La primavera è la stagione più felice: è scientificamente provato
  • Guerra in Ucraina. Bambini ucraini accolti a scuola nel napoletano
  • Roma. Pene ridotte agli assassini del carabiniere Cerciello Rega
  • Roma. Evasione fiscale e riciclaggio: confiscati 120 immobili a un imprenditore della logistica
  • Guerra in Ucraina. Gran parte dei leader dell'Unione europea hanno incontrato Zelensky
  • Bologna. Poliziotto salva un uomo che rischia di essere travolto dal treno nella Stazione centrale
  • Crisi energetica. Draghi: "Stanziati 16 miliardi e ridotto l'Iva al 5% sul consumo del gas"
  • Jury Chechi contro Kuliak: "La Z sul petto gesto incommentabile. Aiuterò le persone a lasciare l'Ucraina"
  • 8 marzo Giornata Internazionale della donna
  • Bellezza. I miti sulla doppia detersione a cui smettere di credere
  • 8 marzo. Intervista a Maria Rosaria Renzi, figlia dell'inventore della torta Mimosa