Incontri con gli autori, sala piena per De Silva a Sant'Agata de' Goti

16:45:45 3333 stampa questo articolo
Incontri autore S. AgataIncontri autore S. Agata

Gremita la sala Consiliare che ha accolto lo scrittore, giornalista e sceneggiatore partenopeo De Masi in occasione della presentazione del volume di De Silva.

Una serata piacevole, la presenza di un grande scrittore originario della città, l’omaggio e la gradita visita del sociologo e cittadino onorario di Sant’Agata de’Goti, Domenico De Masi. Sono questi gli ingredienti che hanno caratterizzato l’appuntamento di “Incontri con gli autori” - rassegna ideata e promossa dall’Amministrazione Comunale - di venerdì 20 ottobre, per la presentazione del nuovo libro di Diego De Silva.

Una sala consiliare gremita ha accolto lo scrittore, giornalista e sceneggiatore partenopeo ed il suo noto personaggio, Vincenzo Malinconico, protagonista di “Divorziare con stile”.

All’incontro, sono intervenuti, con l’autore, l’assessore agli affari legali e contenzioso Oreste Viola, che ha portato alla folta platea dei presenti anche il saluto del sindaco Carmine Valentino e Giannetta Fusco, consigliere comunale con delega alle politiche per la cultura. L’appuntamento è stato impreziosito dalla presenza di Domenico De Masi, legato da profonda amicizia allo scrittore ma anche alla “sua” Sant’Agata, città per la quale non lesina parole di elogio e apprezzamento.

Appassionati di letteratura, cittadini e molti rappresentanti dell’amministrazione, intervenuti all’incontro di venerdì scorso, hanno potuto apprezzare le doti e la naturalezza di uno scrittore prolifico e geniale. De Silva ha riscosso un successo non precostruito, fatto di parole semplici, di una narrazione che lascia spazio alla fantasia del lettore e che non impone un ritmo, un tempo, un luogo. Una scrittura libera, che attrae perché racconta l’uomo comune e le sue vicissitudini. Chiunque può sentirsi, rivedersi, immaginarsi nelle sue parole, leggere e belle, che non rivendicano una “utilità sociale” sebbene la trovino, inevitabilmente.



Articolo di Letteratura / Commenti