Infrastrutture, Paolucci (FDI): "Il blocco degli investimenti penalizza il Sannio, cosa fanno i 5Stelle?"

16:5:42 1904 stampa questo articolo
Federico PaolucciFederico Paolucci

Dagli organi di stampa si apprende che il 29 maggio 2019, l'Anas avrebbe depositato alla Commissione Trasporti della Camera un rapporto nel quale si afferma che “intoppi burocratici che vanno dalla condivisione dei progetti con gli enti locali, la necessità di approfondimenti tecnici fino a ritardi nella presentazione dei pareri tecnici o allungamenti dei tempi nell’iter autorizzativo” determinano un posticipo di numerose infrastrutture viarie, tra le quali - per ciò che riguarda il Sannio - la Fortorina, il collegamento Valle Caudina e il raddoppio della Telesina. Non si riesce a leggere, sui siti del Parlamento, il contenuto di questo rapporto, nè le dichiarazioni Ansa del Ministro Toninelli fanno chiarezza sui motivi di questi ritardi e del perchè tali ritardi riguarderebbero tutte le opere in programmazione.

"Possibile che nessuna di queste 202 opere (di cui ben 115 al Sud) abbiano le "carte in regola"? E se ne sono ricordati solo ora?",l chiede retoricamente Federico Paolucci - Portavoce Fratelli d'Italia Benevento.

Paoluccoi aggiunge che per ciò che rigarda la Telesina (che il sito ANAS riporta come opera in fase ormai esecutiva, relativa al lotto che va da Benevento a San Salvatore Telesino) "sul sito del MIT si legge che l'ultimo atto prodotto è stato un verbale di conferenza dei servizi, datato 7 febbraio 2019, il cui contenuto non è possibile leggere, poichè dal sito non si riesce ad aprire il contenuto del documento".

"La folta rappresentanza parlamentare sannita dei 5stelle - incalza Paolucci - ha il dovere di uscire dal silenzio nel quale si è rifugiata e di informare i cittadini sanniti della situazione reale, magari divulgando il contenuto di questi atti. Il Sannio è la provincia maggiormente penalizzata da questo "blocco", sia per l'ammontare degli investimenti previsti, sia per la urgente necessità di completamento di queste opere. Non possiamo più aspettare. Ed è diritto dei cittadini conoscere cosa succede realmente".



Articolo di Partiti e associazioni / Commenti