Integrazione. Lo spot per la moschea smonta gli stereotipi sull'Islam

Un nuovo spot per sollecitare il Comune di Milano a completare tutte le operazioni del bando pubblico per la nuova moschea di Milano.

Il Caim – coordinamento delle associazioni islamiche – lancia la fase due della campagna #moscheasiprego con uno spot che smonta uno ad uno tutti gli stereotipi sull’Islam. Dalla musica cool e la canzone con le parole in inglese, alle immagini patinate, dove si vede una donna che cammina sui tacchi a spillo e un’altra in canottiera, alcuni giovani che giocano a rugby - uno sport americano – immagini mischiate ad altre più tradizionali, nelle quali compare un operaio che prega in cantiere, a indicare che in città manca ancora un vero luogo di culto per i 100mila islamici milanesi.

“In Italia a quasi due milioni di cittadini musulmani non viene garantito il diritto di avere dei luoghi di culto. – spiega il portavoce del Caim Davide Piccardo - A Milano alla comunità islamica non sono stati sufficienti quasi 5 anni di impegno e nemmeno la vittoria di bando pubblico con la conseguente assegnazione provvisoria hanno permesso di tramutare il realtà il sogno di 100mila musulmani. Rivendichiamo il diritto alla dignità, chiediamo che l'amministrazione Pisapia porti a termine il percorso che la nostra comunità ha portato avanti con lealtà e trasparenza, siamo in attesa di poter costruire la prima vera moschea di Milano perché Milano se la merita”.

di Zita Dazzi


11:16:43 3586 stampa questo articolo


  • Convegno ISTAT sullla povertà assoluta: metodologia e misura del fenomeno. Diretta streaming
  • Meteo. Le previsioni meteorologiche di oggi 25 aprile
  • Via Crucis per pace in Ucraina. Polemiche per la scelta di Papa Francesco
  • Agricoltura. Perché la guerra in Ucraina ha gravi conseguenze sulla produzione agricola mondiale
  • Venezia. Ad "Homo Faber" in mostra i mestieri e le creazioni dell'artigianato
  • Verona. Si conclude "Vinitaly", tornata in presenza: numeri da record per il vino italiano
  • Giornata internazionale dei Baci
  • Dove si butta? Dallo scontrino al cartone della pizza: 5 errori da evitare
  • Napoli. Cosa resta del Parco dello sport di Bagnoli costato 37 milioni: rovi, ruderi e rifiuti
  • Sorpresa amara, le uova di cioccolato Kinder ritirate in Europa. Salvo il mercato italiano
  • Guerra in Ucraina. Da Kiev a Roma: la storia di Alisa, talento della danza classica
  • Internet. Cos'è un attacco informatico?
  • Come spiegare la guerra ai bambini
  • Ucraina. Nuova condanna del Papa della guerra 'bestiale e sacrilega'
  • La primavera è la stagione più felice: è scientificamente provato
  • Guerra in Ucraina. Bambini ucraini accolti a scuola nel napoletano
  • Roma. Pene ridotte agli assassini del carabiniere Cerciello Rega
  • Roma. Evasione fiscale e riciclaggio: confiscati 120 immobili a un imprenditore della logistica
  • Guerra in Ucraina. Gran parte dei leader dell'Unione europea hanno incontrato Zelensky
  • Bologna. Poliziotto salva un uomo che rischia di essere travolto dal treno nella Stazione centrale
  • Crisi energetica. Draghi: "Stanziati 16 miliardi e ridotto l'Iva al 5% sul consumo del gas"
  • Jury Chechi contro Kuliak: "La Z sul petto gesto incommentabile. Aiuterò le persone a lasciare l'Ucraina"
  • 8 marzo Giornata Internazionale della donna
  • Bellezza. I miti sulla doppia detersione a cui smettere di credere