Interrogato l'uomo che ha strangolato la madre: la lite per la proprietà di una casa

10:40:43 2476 stampa questo articolo

E’ stato interrogato ieri, per tre ore, dal sostituto procuratore della Repubblica, Maria Aversano, Gabriele Barbato, l’operaio di 39 anni che domenica a Baselice ha ucciso l’anziana madre, Maria Libera Marucci, vedova, strangolandola con un filo di ferro usualmente utilizzato per legare le balle di paglia.

L’uomo ha ricostruito i già difficili rapporti con la madre. L’ennesima lite è scoppiata per la proprietà di una casa in campagna e del terreno. Barbato sarebbe risultato intestatario senza godere della proprietà che era della madre. Recatosi, dunque, a casa della donna, avrebbe cercato di convincerla a chiarire la situazione, ma di fronte al rifiuto della 74enne, preso un filo di ferro l’ha strangolata sulle scale esterne dell’abitazione. E’ stato proprio lui poi a chiamare i carabinieri. Arrestato, è stato condotto nel carcere di Capodimonte a Benevento. E’ difeso dagli avvocati Federico Paolucci e Costanzo Di Pietro.

Intanto la salma della madre è stata trasferita all’ospedale ‘Rummo’ di Benevento dove il medico legale, Monica Fonzo, oggi effettuerà l’autopsia.
Notizie correlate
La madre non gli dà le proprietà in eredità: lui l'ammazza strangolandola



Articolo di / Commenti