Io Merito...una Opportunita' avviata in Confindustria la V edizione

18:54:33 3445 stampa questo articolo
Un momento dei lavori in Confidustria Un momento dei lavori in Confidustria

Si è tenuta questa mattina in Confindustria Benevento la V edizione di “Io Merito … una opportunità” il corso sostitutivo di Tirocinio, nato dalla collaborazione tra Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Benevento e Università degli Studi del Sannio con l’obiettivo di favorire l’alternanza scuola lavoro.

“Ritengo che il tema dell’e-commerce oggi più che mai sia fondamentale per la competitività delle imprese – è quanto ha dichiarato Pasquale Lampugnale presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Benevento – attualmente i consumatori che acquistano tramite piattaforme on line sono solo il 16% ma c’è un 30% che dichiara che comprerà i prodotti tramite e-commerce o market place. Tuttavia, un’altra fetta che rappresenta il 40% degli imprenditori, sostiene che l’utilizzo di internet o dei sistemi web non è fondamentale per lo sviluppo della loro attività. Probabilmente con questo corso abbiamo anche voluto dare un segnale alle imprese al fine di aiutarle sempre di più ad affrontare al meglio il mercato. Quando parlo di competitività ritengo che alla qualità del prodotto bisogna affiancare una interazione sempre più efficace con il mercato. Ringrazio le facoltà di Economia e Ingegneria dell’Università degli Studi del sannio per il prezioso contributo fornito e i gruppi di imprese: Gruppo Rete SannioEat, Gruppo rete SanniOlio; Gruppo Sezione Turismo Confindustria Benevento, Gruppo Geolumen, Gruppo PlastiK Fortore, che hanno partecipato al progetto.”

Come ogni anno, il corso sostitutivo di tirocinio ha avuto durata complessiva di 74 ore, delle quali 1/3 svolto in aula per la costruzione dei fondamenti teorici, ed i rimanenti 2/3 attraverso una fase più pratica del progetto in cui gli studenti, divisi in gruppi di lavoro dedicati a singole aziende, hanno elaborato un business plan. L’argomento scelto per quest’edizione è “L’e-commerce”, con l’obiettivo di far cimentare gli studenti con strategie e piattaforme di vendita on-line dei prodotti delle aziende. Il corsi hanno avuto la finalità di fornire conoscenze e competenze sulle metodologie di creazione e sviluppo di progetti e di “e-commerce, partendo dall’aggregazione di aziende per sviluppare ed accrescere la capacità innovativa e la competitività sul mercato nazionale ed internazionale nell’esercizio delle attività.

“Il valore di questa esperienza - sottolinea Gaetano Continillo delegato all’orientamento DING - va molto al di là degli obiettivi specifici. Abbiamo sperimentato e realizzato una modalità nuova di interazione Università-mondo delle imprese, impegnando studenti per la realizzazione di progetti immediatamente funzionali, completando la realizzazione delle piattaforme di commercio elettronico, che dovranno adesso popolarsi di contenuti e di attività costante di manutenzione ed aggiornamento. Si tratta di un raro caso di situazione win-win-win: vincono le aziende, che conseguono un obiettivo di modernizzazione; vincono gli studenti che completano la loro formazione in contatto con le aziende, in approccio multiculturale (economia ed ingegneria) ed esperienza di team work; vince l'Università, che realizza e mette a punto un'esperienza pilota ed apre uno scenario di ulteriori iniziative secondo una modalità nuova di didattica e di ricerca applicata”.

Per Concetta Nazzaro – Delegato Demm al Tirocinio – “l' esperienza del Corso sostitutivo di tirocinio E-Commerce che abbiamo realizzato quest'anno con Confindustria si configura come una vera best practice per il metodo nuovo , interdisciplinare, che ha visto il coinvolgimento dei Dipartimenti DEMM e DING, ovvero di economia e ingegneria, e ha consentito di implementare piattaforme di commercio elettronico in diversi settori, agroalimentare , turismo ed edilizia, mettendo insieme competenze diverse ma complementari , che hanno portato a risultati di successo.”

“ La partecipazione al progetto – sostiene Roberto Verdino di Neikos srl che ha collaborato al progetto con Laura Scarinzi - è stata interessante e proficua per noi come credo per tutti, studenti, professori ed aziende. Dal confronto sono nate idee e soluzioni che meritano di essere portate avanti insieme.”

Per Alessio Zollo di Muga ICT che ha collaborato con Umberto Russo alla realizzazione della piattaforma, “è stata un'esperienza fantastica in quanto ci ha consentito di lavorare con i ragazzi di economia ed ingegneria e siamo sempre più convinti che il nostro territorio debba ripartire dalle loro competenze. Come azienda abbiamo il dovere aiutare i giovani a non lasciare i nostri territori per realizzarsi. Speriamo di poter continuare ad essere il ponte tra università e mondo del lavoro, anche perché abbiamo potuto constatare direttamente skills ed energia dei giovani studenti coinvolti nel progetto.”



Articolo di Finanza e Credito / Commenti