Borse di studio, la Mutua sanitaria Cesare Pozzo premia gli studenti più meritevoli

21:25:34 901 stampa questo articolo
StudentiStudenti

Sussidi allo studio per gli studenti della Campania. La Mutua sanitaria Cesare Pozzo premia gli studenti più meritevoli delle Scuole Elementari, Media Inferiore, Media Superiore, Università di Primo Livello, Università Specialistica e Università Estere consegnando degli incentivi allo studio per l’anno scolastico 2017/2018.

Duecentotrentuno giovani campani verranno premiati nel corso della cerimonia che si terrà a Napoli il 22 Dicembre alle ore 15.30 alla Sala Convegni Palazzo Paolo V corso Garibaldi, 147. “Sostenere i giovani nello studio significa contribuire al loro benessere nel presente ma anche nel futuro – afferma Armando Messineo, Presidente nazionale della Mutua sanitaria Cesare Pozzo - Significa credere in loro e aiutarli. Per questo, da anni, siamo presenti con un concreto sostegno economico finalizzato ad una corretta e valida formazione scolastica ed universitaria”.

Il diritto allo studio è uno dei valori sui quali si fonda l’operato della Società di Mutuo soccorso CesarePozzo, al pari del diritto alla salute; ed è per questo che ogni anno CesarePozzo rinnova il suo impegno nel promuovere tali sussidi. Con circa 144.000 Soci, per un totale di 360.000 assistiti, la Società nazionale di mutuo soccorso Cesare Pozzo si impegna a garantire da oltre 140 anni il benessere di lavoratori, famiglie e imprese. Tutti i piani sanitari sono studiati per venire incontro alle diverse esigenze dettate dall’età, dal nucleo familiare e dalla professione. Soltanto nel 2017 ha erogato 21 milioni di euro per rimborsi di spese mediche e sussidi socio-assistenziali. CesarePozzo in Campania:

CesarePozzo è presente in Campania con la sede regionale di Napoli e gli sportelli solidali di Avellino, Benevento, Caserta, Sant’Antonio Abate (NA). Una rete capillare che, potendo contare sulle convenzioni attive con le principali strutture sanitarie della Campania, assiste oggi in questa regione ben 5.113 Soci e le loro famiglie.



Articolo di Scuola / Commenti