Dopo il successo di “The Bridge” finanziato al De’ Liguori un nuovo progetto internazionale

18:25:16 1417 stampa questo articolo
Istituto De' LiguoriIstituto De' Liguori

Il progetto vede coinvolte cinque classi terze dell'Istituto.

Dopo il successo del progetto Erasmus+ “The Bridge”, realizzato nel triennio 2015-2018, che ha consentito ai nostri studenti e docenti (68 persone in tutto) di partecipare a incontri internazionali e, in particolare, agli allievi di vivere delle esperienze significative dal punto di vista culturale e personale, l’Istituto De’ Liguori ha rinnovato la progettazione Erasmus+ anche per il prossimo biennio. Infatti, è in fase di avvio proprio in questi giorni la nuova collaborazione di partenariato tra scuole europee, il “From Columbus to Atlantis”.

Il progetto vede coinvolte cinque classi terze dell'Istituto, le quali, guidate dai docenti, realizzeranno numerose attività che coinvolgeranno diverse discipline: dalle lingue straniere alla storia dell’arte, alla storia, alla matematica, alle scienze, all’informatica. Il partenariato è costituito da scuole di cinque paesi europei: Regno Unito, Slovenia, Polonia, Cipro e Italia.

“Il titolo del progetto ci fa pensare alla storia, ma – ha dichiarato la dirigente scolastica, Maria Rosaria Icolaro – la storia è solo trasversale. Gli studenti rifletteranno sulle dimensioni del nostro mondo, che sembra rimpicciolirsi, con la Brexit, le istanze regionalistiche di Spagna e Italia, gli avvennimenti di questi giorni in Francia, ma che in realtà è un unicum, un villaggio globale, dove dobbiamo cercare di capire e apprezzare anche chi è diverso da noi. Abbiamo appena avviato il primo step: “logo competition”, con gli studenti impegnati nella realizzazione dei loghi per il progetto, tra i quali sarà poi scelta la proposta grafica che rappresenterà Atlantis”.

Nella realizzazione del progetto, saranno organizzati due incontri internazionali per ogni annualità. Per la prima annualità, ci sarà un primo incontro proprio in Italia: l’Istituto e le famiglie dei nostri studenti acco-glieranno 24 alunni e 10 docenti provenienti dalle scuole partner. Gli ospiti rimarranno a Sant’Agata per una settimana, durante la quale tutti gli studenti, stranieri e residenti e saranno impegnati nella realiz-zazione delle attività progettuali. Successivamente, saranno realizzati altri percorsi didattici nelle classi, per preparare gli studenti all’incontro che si terrà in Inghilterra, presso la scuola partner inglese, dove i giovani partecipanti si misureranno nella scrittura in lingua inglese di un testo teatrale o di un musical.

Durante la seconda annualità, il lavoro sarà principalmente strutturato sulle materie scientifiche, con ap-profondimenti che consentano agli alunni di avere un approccio nuovo allo studio di tali discipline. Due saranno gli incontri internazionali, uno nel Regno Unito e uno in Slovenia.



Articolo di Scuola / Commenti