Laurea online: è possibile effettuare un tirocinio frequentando un'università telematica?

19:38:57 6781 stampa questo articolo
Studi onlineStudi online

Il tirocinio formativo e di orientamento è un’esperienza vissuta da molti studenti con un percorso universitario ancora attivo che permette di entrare ed orientarsi nel mondo del lavoro, avviando una professione presso un ente proposto o convenzionato con l’università di appartenenza.

La maggior parte delle università online ha un programma di tirocinio disponibile per i propri studenti in base al corso di appartenenza, organizzato assieme a diversi enti convenzionati collocati su tutto il territorio nazionale.

Il tirocinio non costituisce un rapporto di lavoro dipendente, è un progetto formativo definito dall’università e rivolto sia agli iscritti dei corsi di laurea triennale che agli studenti della laurea magistrale.

Frequentando un’università telematica, le modalità di accesso ai tirocini sono illustrate direttamente sulla piattaforma dell’ateneo di riferimento, assieme ad un elenco di enti convenzionati suddivisi per corsi di studio.

Come si fa e come funziona un tirocinio con l’università telematica

I tirocini formativi e di orientamento sono progetti finalizzati al conseguimento del titolo accademico, rientrano nella carriera universitaria dello studente e permettono di conseguire ulteriori crediti formativi universitari utili ai fini della laurea.

In base all’università telematica di riferimento, i tirocini possono essere inclusi nel piano accademico (e quindi essere obbligatori per lo studente), oppure possono essere facoltativi. Gli atenei online sono obbligati ad attribuire un numero di crediti al tirocinio curriculare, indicato all’interno del piano di studi.

In linea generale, l’unità di misura attraverso cui si qualificano i tirocini è la seguente: 1 CFU per 8 ore di tirocinio conseguito. Tuttavia, i giorni e gli orari di lavoro sono concordati tra l’ente che ospita il tirocinante e lo studente stesso, tenendo conto delle esigenze di entrambi. Le aziende che possono ospitare i tirocinanti possono essere enti pubblici, Onlus o imprese private.

Come funziona un tirocinio universitario

L’ammissione al tirocinio è definita dall’ateneo di appartenenza. Alcune università telematiche permettono di accedere al tirocinio solo agli studenti che hanno conseguito almeno 100 CFU durante la laurea triennale e almeno 50 CFU durante la laurea magistrale.

In linea generale, è necessario inviare la domanda tramite email o sulla piattaforma dell’ateneo, indicando l’ente presso il quale si vorrebbe effettuare il tirocinio. Solitamente è possibile richiedere enti dislocati nella stessa regione di residenza.

La durata del tirocinio è determinata in funzione del numero di CFU previsti nel piano di studi e alla fine del tirocinio è necessario effettuare una verifica finale con una valutazione. Durante lo stage bisogna compilare un “foglio presenze” al fine di documentare l’effettivo svolgimento del tirocinio secondo le regole imposte dall’ateneo e dal soggetto ospitante.

Quali sono i vantaggi di un tirocinio?

Effettuare un tirocinio durante un percorso formativo universitario presso un ateneo online rappresenta senza dubbio un’occasione utile per iniziare ad orientarsi nel mondo del lavoro e per mettere in pratica le competenze apprese durante lo studio del settore di riferimento.

Oltre all’acquisizione di crediti formativi universitari utili per il conseguimento della laurea, il tirocinio rappresenta una prima esperienza lavorativa nell’ambito in cui si vuole avviare la propria carriera professionale: può rivelarsi un’esperienza preziosa da cui trarre insegnamento e anche da aggiungere al proprio curriculum.



Articolo di Università, Ricerca / Commenti