Scuola. L’ educazione civica torna ad essere materia d'obbligo

13:25:3 1053 stampa questo articolo

La Uil Avellino - Benevento rende noto che la Camera dei Deputati, due giorni fa, ha dato il via libera alla proposta di legge che reintroduce l’educazione civica come materia obbligatoria nella scuola primaria e secondaria

In un periodo storico, come quello attuale, nel quale la minaccia nei confronti dei valori fondamentali quali la pace, l’uguaglianza, i diritti umani e il rispetto dell’ambiente vengono ripetutamente messi in discussione, non possiamo che condividere positivamente questa scelta.

Siamo sempre stati convinti che la scuola abbia un ruolo fondamentale nel formare futuri cittadini che siano responsabili, attivi, partecipativi e che abbiano a cuore la custodia del bene comune che troppo spesso viene dato per scontato.

La Uil avverte la necessità di sensibilizzare e orientare le nuove generazioni ai valori dell’inclusione, della coesione e della sostenibilità, per permettere loro di affrontare le sfide che i cambiamenti demografici, epidemiologici, ambientali e culturali inevitabilmente genereranno, e questa mission non può non iniziare dalla scuola.

“La legalità, il rispetto, le regole della convivenza si imparano a partire dai banchi di scuola”, afferma Fioravante Bosco, segretario generale aggiunto della Uil Avellino-Benevento, che poi aggiunge: “Mi sembra una misura giusta, soprattutto perché stiamo parlando di bambini molto piccoli per i quali bisogna pensare a un insegnamento basato sulla comprensione e sull’empatia. Naturalmente non bisogna abbassare la guardia, soprattutto per quanto riguarda gli episodi di bullismo che sono già molto diffusi tra i bambini che frequentano le elementari”.

 



Articolo di Scuola / Commenti