L'ASL proroga i servizi di Salute Mentale. Salvi i livelli occupazionali, soddisfatta la CGIL

16:3:7 2537 stampa questo articolo
Asl BeneventoAsl Benevento

Salvi i livelli occupazionali delle strutture di salute mentale dell'Asl di Morcone, Bucciano, Puglianello. 

La FP CGIL - attraverso una nota - esprime soddisfazione per un ulteriore successo conseguito nella tutela dei diritti dei lavoratori che rappresenta essendo riuscita a garantire i livelli occupazionali presso le strutture ASL della salute mentale. Il servizio di assistenza e cura, presso le strutture dell’SPDC, le SIR di Morcone, Bucciano, Puglianello, ed il carcere, facenti capo alla ASL; è garantito oltre che dai medici e dagli infermieri, dagli operatori socio sanitari.

Il servizio garantito da 27 operatori, da più di quindici anni, è nuovamente in scadenza e per effetto di una procedura di mobilità, posta in essere mesi fa dalla Asl per il reclutamento di tali figure professionali, si è rischiato che questi lavoratori perdessero il lavoro, dopo tanti anni. "La soluzione individuata grazie ad una intensa e proficua interlocuzione con la direzione generale e la direzione della salute mentale, ovvero con il Dottore Picker e la Dott.ssa Russo" - sottolinea la CGIL -  ci ha consentito di poter salvaguardare tutti i lavoratori attualmente in servizio, con una riduzione oraria, quale sacrificio necessario, alla luce dell’immissione in servizio di più di dieci unità, transitate in ASL, tramite la procedura di mobilità".

Non manca una nota di polemica, da parte del sindacato, quando dichiara: "Come sempre il nostro lavoro ha puntato alla garanzia di tutti e non certo solo dei nostri iscritti, come altri usano fare" - per poi aggiungere - "Siamo contenti che il merito ed il metodo del nostro agire sindacale trovi quotidianamente positivi riscontri al tavolo negoziale come nelle aule di tribunale (come comunicato, qualche giorno fa per altra nostra vertenza), molto ci aiuta nel nostro lavoro di difesa, incrociare una dirigenza competente ed umana, attenta alla garanzia di elevati livelli di prestazioni; garantite in questo caso da professionale storico ed esperto in un settore delicato, come è la salute mentale; ma anche sensibile alla salvaguardia dei posti di lavoro già pochi e fragili in questo nostro marginale territorio provinciale".



Articolo di Sindacati / Commenti